ASCOLI PICENO – “Innanzitutto voglio ribadire che la Provincia è pienamente dalla parte degli studenti, delle loro famiglie e di quanti operano ogni giorno nel mondo della scuola. Proprio per questo l’impegno prioritario, fin dall’inizio, è stato quello di aumentare sicurezza e funzionalità degli edifici scolastici di competenza, senza annunci e clamore ma lavorando con concretezza a partire dalle verifiche di vulnerabilità sismica per le quali abbiamo investito 230 mila euro di risorse nonostante un Bilancio in pre-dissesto”.

Così esordisce il presidente della Provincia di Ascoli, Paolo D’Erasmo, in merito alla situazione, attualmente presente, sulle scuole del territorio dopo i terremoti 2016 e le conseguenti verifiche attuate e ancora da fare.

“Verifiche mai attuate dalla precedente amministrazione di centrodestra e su cui invece questa amministrazione ha voluto puntare con l’obiettivo di completare, a breve, il monitoraggio di tutte le scuole del territorio – commenta duramente il presidente – Già a fine novembre, il Servizio Edilizia Scolastica della Provincia sarà in possesso dei risultati dei primi 5 monitoraggi eseguiti e, a gennaio prossimo, saranno completate tutte le verifiche programmate. Per non parlare degli oltre 700 mila euro impiegati per fronteggiare l’emergenza immediata del terremoto ripristinando le condizioni ante-sisma delle nostre scuole in maniera rapida per assicurare il normale svolgimento dell’attività didattica”.

Paolo D’Erasmo aggiunge: “C’è la piena volontà mia e di tutti i Consiglieri Provinciali di accelerare al massimo tempi e procedure per pianificare eventuali interventi necessari di adeguamento e miglioramento sismico tanto che, anche stamane, sono stato impegnato in Regione per definire e condividere quelle sinergie e risorse utili a chiudere in questi giorni il Bilancio 2017 della Provincia che deve essere varato entro ottobre, soprattutto per dare risposte in termini di investimenti in scuole e viabilità”.

“Gli uffici di segreteria della Provincia hanno acquisito il documento presentato dai rappresentanti degli studenti in cui sono state evidenziate esigenze e richieste che verranno tenute in considerazione e che sono utili per un confronto aperto, franco e, mi auguro, sempre sereno con tutte le componenti del mondo della scuola nella consapevolezza che le giovani generazioni rappresentano il futuro di questo territorio – continua D’Erasmo –  Sulla base delle risultanze delle verifiche di vulnerabilità sismica, di cui già stiamo acquisendo i primi report dei professionisti incaricati, verrà predisposto un piano di edilizia scolastica lavorando sul fronte del reperimento delle risorse già a partire dalla partecipazione della Provincia di Ascoli Piceno all’avviso per la messa in sicurezza sismica delle scuole, in scadenza il 20 ottobre, predisposto dalla Regione Marche e cercando di intercettare tutti i canali di finanziamento attivati dallo Stato, dall’Unione Europea e da altri enti o istituzioni pubblici e privati”.

Il presidente della Provincia conclude: “Insieme alla Vice Presidente Bellini incontreremmo una delegazione di studenti rappresentanti delle varie espressioni del mondo della scuola per approfondire problematiche e prospettive e raccoglie ulteriori suggerimenti e istanze”.

(Letto 93 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 93 volte, 1 oggi)