ASCOLI PICENO – Sarà presentato sabato 21 ottobre alle 18 presso l’Auditorium Cellini del Polo Culturale S. Agostino di Ascoli Piceno il libro “Il caso Pantani. Doveva morire” di Luca Steffenoni, presente all’incontro.

L’autore, scrittore e criminologo, già redattore della rivista “Delitti & Misteri” ed ex presidente della società di counseling “Psicologia & Benessere”, spesso ospite di trasmissioni televisive e radiofoniche sulle reti nazionali, ripercorre quella che è la vicenda giudiziaria del campione cesenate e la sua morte, ancora circondata da punti bui e misteri irrisolti.

Dalla quarta di copertina del libro: “Una morte da rockstar e il caso è chiuso. Ma qui non siamo a Los Angeles, siamo nel paese dei misteri irrisolti, dei depistaggi e delle doppie verità. State per leggere un giallo scritto da un criminologo che in un crescendo di suspense e rivelazioni entra nella scena di un suicidio troppo imperfetto per essere vero.
Una storia che deve essere raccontata anche dopo che l’iter processuale ha detto la sua ultima parola. Una storia che ci porta dritti nel territorio di una verità indicibile e clamorosa. Marco Pantani era un fuoriclasse troppo irregolare. La squalifica che lasciò sgomenta l’Italia intera era in realtà una gigantesca truffa ai suoi danni. In un giro di scommesse clandestine la criminalità organizzata aveva puntato cifre folli sulla sconfitta del Pirata. Gli elementi rilevanti per un criminologo fanno ritenere del tutto improbabile l’ipotesi del suicidio. Allora il caso non può essere chiuso.
L’autore chiede l’intervento della Commissione parlamentare antimafia, forse è l’unica strada per stabilire una verità che rischia ancora di far saltare troppi intoccabili. L’ultima strada per rendere giustizia a un uomo fragile e a un grande campione.”

(Letto 87 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)