TERNI – Un buon punto per l’Ascoli Picchio in trasferta a Terni con il rammarico di non aver saputo, per la quarta volta in questa stagione in dieci partite, saper gestire il vantaggio. Partita molto tattica con poche occasioni per entrambe le squadre, al vantaggio di Favilli, abile a beffare il portiere umbro con un pallonetto di testa, ha risposto Montalto sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Mister Fulvio Fiorin, tecnico dell’Ascoli: “Quinto risultato utile consecutivo, è mancata ancora una volta la gestione del vantaggio e della gara in generale, dobbiamo lavorarci e cercare di capire perché questo avviene. Abbiamo visto buone cose in fase di costruzione, meno in fase di finalizzazione rispetto ad altre gare, diamo però assolutamente merito alla Ternana che ha fatto una buona gara. Noi abbiamo fatto la partita che avevamo preparato, è mancato qualcosa negli ultimi 30 metri. Cinaglia? Ottima gara la sua, ha spinto sulla fascia ed ha coperto bene, in più è stato determinante nell’occasione del gol. Abbiamo cercato di aprire di più il gioco per sfruttare le ali e cercare di aprire la loro difesa a tre. Il cambio di Favilli? Ce l’ha chiesto lui, era molto stanco, noi avevamo pensato un altro cambio, De Santis per Varela, per cercare di difendere il vantaggio. Sempre grazie ai tifosi che ci sostengono sempre, noi siamo arrabbiati quanto se non più di loro per la mancanza della vittoria. Lanni? Il suo infortunio è da valutare, speriamo sia solo una contusione”.

L’allenatore della Ternana Sandro Pochesci: “L’Ascoli è stato bravo a passare in vantaggio, ma secondo me la mia squadra meritava qualcosa in più rispetto al pareggio finale. L’Ascoli oggi è mancato nelle ripartenze, non hai mai fatto un tiro in porta, ha fatto quello che una volta si chiamava catenaccio. Nel primo tempo non siamo riusciti ad esprimerci, merito anche dei bianconeri che hanno pensato solo a difendersi. La Ternana è una squadra che non muore mai. Clemenza? Penso sia il miglior talento visto finora in serie B. I tifosi dell’Ascoli? Come tutte le tifoserie calde le persone vivono di calcio, sono legatissimo ai miei colori ma ammiro dei tifosi così presenti”

 

(Letto 107 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 107 volte, 1 oggi)