ASCOLI PICENO – Sono trascorsi 14 anni, ma il ricordo della strage di Nassiriya è ancora vivo negli occhi e nel cuore di ciascuno.

È proprio in occasione dell’anniversario dei connazionali caduti nell’attentato che verrà celebrata ad Ascoli, domenica 12 novembre alle ore 10, una Messa presso il tempio monumentale di San Francesco. A seguire si procederà al gesto simbolico della deposizione di una corona d’alloro da parte del primo cittadino presso il Largo Caduti di Nassiriya in viale de Gasperi, prevista per le ore 11.

“Erano le 8.40 italiane del 12 novembre 2003 – ricorda il sindaco Guido Castelli – quando le due palazzine in cui risiedevano i carabinieri e i militari del contingente che faceva parte dell’operazione ‘Antica Babilonia’, vennero sventrate dall’esplosione di un camion cisterna carico di esplosivo, provocando il devastante scoppio del deposito munizioni e la morte di 28 persone: 9 iracheni e 19 italiani. 12 carabinieri, 5 soldati e 2 civili. I feriti furono 20. Il Comune di Ascoli Piceno vuole pertanto rendere omaggio a quei carabinieri e soldati che stavano prestando servizio in Iraq per il nostro Paese”.

(Letto 52 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 52 volte, 1 oggi)