ASCOLI PICENO – E’ corsa all’acquisto delle zucche in vista di Halloween. Festa che si celebra tra il 31 ottobre ed il 1 novembre, made in Usa, e che ormai sta spopolando sempre di più anche nel territorio Piceno. Il prezzo al consumo si mantiene sostanzialmente stabile rispetto allo scorso anno, sottolinea la Cia (Confederazione Agricoltori di Ascoli e Fermo) ovvero tra uno o due euro al chilo, in base alla varietà, alle dimensioni, alla qualità e alla provenienza.

“Prendere sempre visione dell’etichetta di origine che deve essere  indicata”. E’ il monito della Cia.

Nei prossimi giorni dunque le zucche non saranno utilizzate solo in cucina, ma anche come ornamento, meglio se il peso oscilla tra i cinque e i dieci chili, per realizzare il caratteristico simbolo di Halloween. “Per conservare più a lungo il ricordo della magica notte delle streghe bisogna, una volta alla settimana, passare sulla parte esterna un po’ di olio vegetale con un panno morbido e lasciarla in un luogo fresco e asciutto – consigliano dalla Cia Ascoli e Fermo –.Successivamente ogni 4-5 giorni immergerla in acqua fresca. In caso di aria particolarmente secca, in casa, di notte è consigliabile coprire la zucca con un panno umido”.

Il 25 per cento della produzione nazionale si ottiene in Lombardia ma la coltivazione è diffusa anche in Emilia-Romagna, Veneto, Campania, Lazio, Liguria, Sicilia e Toscana.

(Letto 59 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 59 volte, 1 oggi)