COSSIGNANO – Il sindaco di Cossignano, Roberto De Angelis, coordinatore regionale dell’Anci Marche dei piccoli Comuni e componente della Commissione Pubblica amministrazione, personale e relazioni sindacali dell’Associazione nazionale è stato recentemente nominato dal Presidente dell’Anci Antonio Decaro, quale componente del Comitato di Settore del Comparto Autonomie Locali.

Il Comitato di Settore esercita poteri di indirizzo nei confronti dell’Aran. Nell’ambito di tale attività, infatti, il Comitato adotta gli atti di indirizzo relativi a ciascun rinnovo contrattuale, sottoscrive appositi protocolli di intesa per definire i rapporti con l’Aran in materia di contrattazione e per eventuali attività in comune, esprime il proprio parere in relazione all’ipotesi di accordo e in ordine alla procedura di interpretazione autentica dei contratti.

Il Comitato, inoltre, svolge attività di raccolta di informazioni e studio concernenti le tematiche del pubblico impiego. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente Massimo Castelli della Consulta Nazionale Anci Piccoli Comuni, di cui De Angelis è membro ed ha avuto modo di dimostrare, con passione e competenza, la conoscenza del complesso sistema ordinamentale dei Comuni a partire da quelli più piccoli.

Il Comitato è composto da 12 membri di cui: 6 designati dall’Anci, 4 dall’Upi e 2 dall’Unioncamere. Per la componente Anci siedono ora al tavolo insieme al sindaco di Cossignano:

Umberto Di Primio (Presidente del Comitato), Sindaco del Comune di Chieti;

Massimo Mazzilli, Sindaco di Corato;

Cristina Tajani, Assessore al Personale, Comune di Milano;

Michele Zuin, Assessore al Bilancio del Comune di Venezia;

Gianni Lemmetti, Assessore al Bilancio di Roma Capitale;

Un impegno importante anche in considerazione dell’avvio della stagione contrattuale per il triennio 2016/2018, che si prospetta molto articolato, in quanto oltre alle attività di adeguamento di discipline contrattuali rimaste immodificate nel corso degli anni, a seguito del recente riassetto dei comparti e delle aree negoziali, sarà richiesto un ampio lavoro di armonizzazione delle discipline contrattuali, in precedenza riferite a diversi e più frammentati ambiti negoziali.

(Letto 76 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 76 volte, 1 oggi)