SPINETOLI – Agitazione nel pomeriggio del primo novembre nell’Ascolano.

A Pagliare del Tronto il sindaco Alessandro Luciani ha incontrato cittadini e residenti per la questione dei 37 migranti in arrivo nella cittadina ascolana in una struttura di via Tevere. La scelta è stata decisa dalla Prefettura.

Un confronto acceso nei toni e con la presenza, per precauzione, delle Forze dell’Ordine.

Presenti anche esponenti di Casapound Ascoli che da giorni hanno compiuto un presidio sul posto per manifestare il loro disappunto. Molte persone hanno contestato il possibile arrivo dei migranti a Pagliare e chiedono una redistribuzione in altri paesi.

Il sindaco Luciani ha annunciato che la cittadina accoglierà il numero indicato dall’Anci (non più di 24 migranti) e che l’Unione approverà il progetto Sprar (CLICCA QUI).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 422 volte, 1 oggi)