ARQUATA DEL TRONTO – Approvato il ripristino del tratto stradale della Salaria Antica da Tufo fino al bivio per Accumoli.

La dichiarazione ufficiale arriva dal responsabile Anas e dal responsabile della viabilità della provincia di Rieti.

Il direttivo del Comitato “Ricostruire Tufo” ha sin da subito spiegato, negli incontri con i tecnici, quanto fosse strategico ripristinare la ex SS4, evitando così l’agonia della Salaria.

Dopo la richiesta presentata e protocollata dal Comitato “Ricostruire Tufo”, nella fase iniziale per questo tratto di strada non era stato previsto alcun intervento, tanto che si decise per la dismissione, per mancanza di funzionalità.

Grazie all’impegno costante del Comitato, i tecnici della provincia di Rieti, nel tratto della Regione Lazio, e quelli di Ascoli Piceno, per il tratto stradale di Tufo, hanno effettuato sopralluoghi per definire gli interventi di ripristino.

Attualmente la Regione Lazio sta esaminando il preventivo di spesa, redatto dai tecnici di Rieti, per poi avviare la fase di progettazione degli interventi di ripristino. Solo successivamente, si potranno affidare i lavori.

Doveroso ricordare che il tratto di strada TufoGrisciano Alto– Bivio per Accumuli (l’attuale SP129, ex SS4 Salaria, ovvero l’antica Salaria) attraversa da secoli i due Parchi Nazionali e dunque fa parte di un patrimonio storico da conservare.

Raggiungere questo risultato, grazie al lavoro encomiabile del Comitato “Ricostruire Tufo” , rappresenta la possibilità di non perdere un tratto stradale, decisivo soprattutto dopo gli eventi sismici.

Tale opportunità inoltre si incasella nella divulgazione dei primi dati analizzati nella frazione di Tufo, che almeno in una porzione del paese, non dovrebbe avere necessità di delocalizzare le unità immobiliari. Le analisi definitive si avranno, come per le altre frazioni entro la fine del mese di Novembre, ma tutto lascia presagire che notizie positive.

(Letto 157 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 157 volte, 1 oggi)