Grottazzolina – La M&G Videx Grottazzolina ingrana la sesta vittoria consecutiva e prosegue spedita il suo cammino nelle posizioni alte della classifica, dimostrandosi solida, concreta e a tratti inarrestabile contro una Materdominivolley.it Castellana Grotte apparsa per la maggior parte del match in balìa di un’avversaria troppo continua per lasciarsi anche solo impensierire.

Per la “sfida delle grotte”,coach Ortenzi conferma in blocco il suo sestetto titolare con Cecato in cabina di regia opposto a Morelli, in banda Richards e Vecchi, al centro Salgado e Fiori, liberi Jacopo Brandi e Calistri ad alternarsi in difesa e ricezione.

L’equilibrio si spezza subito in avvio di primo set, con Vecchi che sbarra la strada a Patriarca per il 5-3, quindi arriva immediato l’allungo, sempre grazie al muro (questa volta di capitan Fiori su Gargiulo), e coach Castellano è costretto a spendere il primo time out sul 9-4. Richards stoppa Patriarca con un altro block e Morelli completa l’opera con un ace, 18-8 e Materdomini ancora al time out. L’attacco pugliese non riesce ad essere incisivo, la battuta di Morelli è invece un fulmine; Lavia si rende protagonista di un buon turno al servizio che ridà vita ai suoi, la Materdomini rosicchia qualche punto ma la distanza accumulata è decisamente cautelativa per i padroni di casa che con capitan Fiori (migliore dei suoi nel parziale) chiude sul 25-15.

Nel secondo set, Castellano dà fiducia dall’inizio a Pilotto al centro in luogo di uno spento Garofolo, ed un’ottima fase difensiva ospite mantiene “i gialli” in parità. E’ Fiori a regalare il break a Grotta con un ace corto (9-7), ma due muri consecutivi di Pilotto permettono ai pugliesi di impattare a quota 11 (ottimo l’impatto del giovane trevigiano sul match). Fiori replica alla stessa maniera per il 14-11 Videx, Cecato dai 9 metri allunga a +4, poi è Vecchi a rendersi protagonista al servizio, con due ace consecutivi che valgono il 22-15. e meraviglie”; Fiore risponde per le rime con un ace, ma a mettere le cose a posto pensa Salgado, liberandosi dal “sortilegio” di una difesa ospite che non gli aveva ancora concesso di mettere palla a terra: è 25-19 per una M&G che continua a vincere e convincere.

Il terzo set si apre con una Videx in gran spolvero, che vola subito sul 4-0. Cecato allunga murando Patriarca per il 7-3 dei padroni di casa, ma Fiore e Lavia tengono a galla la Materdomini riportandola a -1 (10-9). Morelli e Vecchi trovano i varchi che servono per riportare i locali sul 18-15, Castellana Grotte sembra mollare la presa ed il segnale eloquente è l’attacco da seconda linea di Patriarca che si ferma sulla rete (22-17); Pilotto pesca un buon turno al servizio, ma un muro di Richards regala il primo match point ai locali sul 24-19. Non ci pensa due volte Morelli in mani out a chiudere le danze sul 25-19.

La Videx conquista così altri tre punti che le assicurano quantomeno il secondo posto al termine del girone di andata e di conseguenza la possibilità di giocare in casa il quarto di finale di Coppa Italia (in programma mercoledì 29 novembre). Sabato prossimo, nell’ultima giornata del girone, i grottesi saranno di scena a Roma e tenteranno l’assalto al primo posto in classifica.

TABELLINO

M&G Videx Grottazzolina – Materdominivolley.it Castellana Grotte: 3-0 (25-15, 25-19, 25-19)

M&G Videx Grottazzolina: Vecchi 12, Fiori 8, Morelli 13, Richards 11, Salgado 4, Cecato 3, Brandi J. (L1), Calistri (L2) 50%. N.e.: De Fabritiis, Minnoni, Gaspari, Brandi N., Pison, Romagnoli. All1: Ortenzi – All2: Cruciani

Materdominivolley.it Castellana Grotte: Fiore 11, Gargiulo, Patriarca 7, Lavia 11, Garofolo, Marsili, Battista (L) 78%, Pilotto 5, Saibene 1, Manginelli, Primavera, Chadtchyn 1. N.e.: Di Carlo (L2). All1 Castellano – All2 Castiglia

Arbitri: Caretti – Mattei

Note: Videx bs 10, ace 7, muri 11, ricezione 56% (prf 44%), attacco 50%, errori 21. Castellana Grotte bs 14, ace 5, muri 4, ricezione 63% (prf 40%), attacco 38%, errori 24.

 

(Letto 59 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 59 volte, 1 oggi)