ASCOLI PICENO – “Un passo importante” per il recupero e la nuova destinazione dell‘area Sgl Carbon è stato compiuto il 15 novembre con la conferenza di servizi convocata dalla Provincia, titolare della procedura di verifica di impatto ambientale riguardante il programma di riqualificazione urbana (Pru) dell’ex sito industriale.

Alla riunione hanno preso parte oltre al Dirigente e a funzionari del Servizio Ambiente della Provincia, rappresentanti del Comune di Ascoli Piceno, del Servizio Genio Civile della Regione Marche, dell’ ATO 5 idrico, della Ciip e della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggi delle Marche.

“La Provincia ha portato avanti, per quanto di competenza, un lavoro importante di screening a tutela dell’ambiente e della sostenibilità del progetto di riqualificazione – evidenzia il Presidente Paolo D’Erasmo – l’area ex Carbon può infatti diventare un motore rigeneratore di attività economiche, sociali e culturali. Non si tratta infatti solo di bonificare una zona inquinata, ma nell’area è prevista una cittadella dell’innovazione, dei servizi e abitativa con la realizzazione di un polo tecnologico, verde pubblico ed edilizia residenziale e commerciale”.

(Letto 167 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 167 volte, 1 oggi)