ANCONA – Un’alleanza virtuosa per promuovere l’attività fisica come fattore di benessere per la comunità: è stata sottoscritta il 17 novembre tra il presidente della Giunta regionale, Luca Ceriscioli, e il presidente regionale Csi Marche, Tarcisio Antognozzi.

“Si sta definendo un bellissimo mosaico che vogliamo continuare a portare avanti – ha detto Ceriscioli – il protocollo, che coniuga salute e sport nel suo contributo fondamentale ad accrescere la qualità della vita, rientra nelle iniziative della Regione per promuovere lo sport a tutte le età: significa attenzione alla salute e prevenzione per gli adulti e manda un forte messaggio educativo nelle scuole trasmettendo valori positivi ai giovani nella consapevolezza dell’importanza della cura di se stessi e dell’aggregazione. L’impegno della Regione si manifesta anche negli investimenti significativi con stanziamenti di risorse importanti per qualificare le strutture e incentivare iniziative”.

“Mi auguro che questo progetto pilota sia da modello e apripista per le altre Regioni – ha detto il presidente del Centro sportivo italiano, Vittorio Bosio – questo protocollo che parte dalle scuole insegna ai bambini l’importanza del movimento per vivere meglio”. Secondo Antognozzi, poi, è anche un ottimo segnale di ripartenza nelle zone terremotate per ricostruire su solide bade la comunità.

Il protocollo di sostegno alla promozione dell’attività fisica e motoria è stato firmato all’ottavo piano di Palazzo Raffaello in presenza del presidente del Centro sportivo italiano, Vittorio Bosio, del consigliere nazionale Csi, Daniele Tassi, dei presidenti provinciali del Csi, del presidente del Coni Marche Fabio Luna, del direttore Asur Marche Alessandro Marini, del dirigente regionale Prevenzione e promozione della salute nei luoghi di vita e di lavoro, Fabio Filippetti, di altri esponenti del mondo dello sport e referenti regionali.

Il documento conferma l’attenzione allo sport in tutte le sue dimensioni, in particolare quella legata alla salute, da parte della Regione che continua ad investire nel settore anche stanziando risorse per la prevenzione e per sviluppare corretti stili di vita nei più piccoli e negli adulti con beneficio per tutta la comunità. Il protocollo si fonda sulla promozione dell’attività fisica e stili di vita salutari nei diversi contesti e fasce d’età contrastando le diseguaglianze.

Applica il Piano regionale della prevenzione 2015-2018 in condivisione delle strategie, metodologie e strumenti di valutazione e attua i progetti di sostegno all’attività fisica (DGR 1118/2017) ‘Scuola e salute’, ‘Mi prendo cura di me’ e ‘Salute d’argento’. Per realizzare le azioni operative la Regione riconosce il Centro Sportivo Italiano Comitato regionale delle Marche partner qualificato il quale, dal canto suo, garantisce la collaborazione con altri Enti di promozione sportiva e sociale portatori d’interesse per sostenere la realizzazione capillare delle azioni nei territori.

In quanto struttura territoriale del Centro Sportivo italiano, il Comitato regionale ha inoltre la responsabilità del coordinamento, formazione, organizzazione e corretta applicazione del metodo ‘Scuola in movimento’ a disposizione delle scuole nel territorio della Regione Marche.

(Letto 64 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 64 volte, 1 oggi)