OFFIDA – Anche il M5S di Offida critica l’amministrazione comunale offidana in merito alla “Giornata contro la violenza sulle donne”. Di seguito la nota stampa.

La conferenza dell’ipocrisia nella giornata internazionale contro la violenza alle donne, in salsa Picena.
gruppi del Movimento 5 Stelle del Piceno condannano l’umiliazione prevista per sabato 25.

Il teatro Serpente Aureo sarà infatti il palco in cui andrà in scena l’ipocrisia pubblica dell’amministrazione Offida e del PD Piceno. Una Città in cui il primo cittadino è indagato per aver dato un pugno ad una donna, una giunta che non ha espresso alcun biasimo ai fatti contestati ed un Sindaco che ha difeso le sue azioni e che, oggi, promuove questo “festival dell’ipocrisia“. Una ipocrisia stampata nella prima versione delle locandine affisse in città. Poi un momentaneo attimo di vergogna o di realistica analisi di opportunità politica ha consigliato di rivedere le locandine dell’evento cancellando la presenza del sindaco e della sua vice con delega alle pari opportunità.

Questa storia racconta che le donne del Piceno hanno subito 3 violenze: la prima in piazza, sul volto della donna colpita dal Sindaco Lucciarini, la seconda con la negazione della realtà dei fatti da parte dell’amministrazione Comunale e dal partito di governo,  e la terza, forse quella moralmente più grave, andrà in scena al teatro Serpente Aureo, con una manifestazione ipocrita, in cui un evento mondiale di civiltà e sensibilizzazione civile, sarà umiliata come le stesse donne vittime di violenza, questa volta una violenza morale. Il tutto al doppio costo di una stampa rivista ad arte. La tutela delle donne non deve essere dichiarata a parole ma praticata con i fatti.

(Letto 379 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 379 volte, 1 oggi)