ASCOLI PICENO – Sabato 25 novembre, milioni di italiani hanno risposto al consueto invito alla carità e alla solidarietà che i volontari del Banco Alimentare hanno loro proposto, in quasi 13 mila supermercati in tutta Italia. Questa grande “festa del dono”, giunta alla sua 21ma edizione, ha visto una straordinaria partecipazione, con oltre 145 mila volontari impegnati in tutta Italia.
Sono state donate, in un solo giorno, 8.200 tonnellate di alimenti, con un decremento del 3,5% sul 2016. Questi alimenti, a partire da dicembre, verranno ridistribuiti ad oltre 8 mila strutture caritative.?
“Nonostante le difficoltà economiche ed il perdurare di una crisi che frena ancora i comportamenti d’acquisto delle persone e delle famiglie – ha dichiarato il responsabile provinciale della Colletta Alimentare, Massimo Capriotti – il territorio piceno ha risposto in maniera generosa e solidale nei confronti di chi vive situazioni di difficoltà e povertà. La partecipazione dei detenuti, il sostegno dell’esercito, il numero eccezionale di volontari partecipanti, di ogni categoria e religione, sottolinea il significato unificante che la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare rappresenta la possibilità di incontrare realtà e persone molto lontane con un unico obiettivo: il bene comune”.
Nelle Marche, sono state donate 221,1 tonnellate di alimenti, in provincia di Ascoli Piceno 28,2, in flessione rispetto al 2016.
(Letto 17 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 17 volte, 1 oggi)