ASCOLI PICENO – Sono in pieno svolgimento da una settimana i lavori per la realizzazione di una nuova linea idrica, al servizio del Centro di Educazione Ambientale “Mario Paci” completamente restaurato nel 2001, di cui la Provincia è comproprietaria insieme al CAI di Ascoli. Come noto, la struttura si trova a circa 900 metri di altitudine, lungo la S.P. 76 che da Colle San Marco raggiunge il Colle San Giacomo, al confine tra Marche e Abruzzo, alle porte del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Costruito negli anni ’40, rappresenta un importante sito storico montano dell’ascolano funzionale al turismo escursionistico.

Al momento sono già eseguiti scavi, inseriti i tubi e riposizionato l’asfalto per circa 400 metri per quanto riguarda l’attraversamento della strada comunale di Valle Castellana in direzione località Tre Caciare e il tratto interessato della strada della Provincia di Teramo in direzione della frazione San Vito di Valle Castellana. Si proseguirà nelle prossime settimane fino al completamento nella realizzazione dell’opera lunga complessivamente circa 2,5 Km.

“Grazie all’intervento della Provincia che ha messo disposizione risorse del proprio Bilancio, curato la progettazione dell’opera e si sta occupando delle fasi di realizzazione – spiegano con soddisfazione il Presidente Paolo D’Erasmo e la Vice Presidente Valentina Bellini – il Rifugio Paci non dovrà essere più rifornito con autobotte ma verrà realizzata una nuova condotta idrica. In base ad un protocollo d’intesa stipulato la Ruzzo RETI S.p.A. fornirà l’acqua necessaria alla struttura e, a tale riguardo, ringraziamo l’ente abruzzese per la disponibilità ad aver accolto questa richiesta dimostrando una grande sinergia a livello interregionale. Una proficua e incisiva collaborazione è stata assicurata dalla Ciip S.p.A., che ha fornito i materiali necessari e sta dando supporto tecnico e specialistico nella fase della posa in opera della condotta. Indubbiamente – concludono i due amministratori – il CEA Paci così ulteriormente riqualificato può dare un contributo ancora maggiore al rilancio della montagna”.

“Ringrazio la Provincia – ha dichiarato la Presidente della Sezione Cai di Ascoli Paola Romanucci – per questo importante intervento di miglioramento infrastrutturale. Ricordo che il rifugio è un Centro di Educazione Ambientale che supporta concretamente le famiglie, ospitando ogni estate centinaia di ragazzi col programma “A Tutta Natura”, avviato col determinante apporto della Fondazione Carisap. La nuova condotta idrica aumenterà la qualità dell’offerta alla comunità e al territorio: un bell’esempio di come la collaborazione fra istituzioni e associazioni produca risultati utili per tutta la cittadinanza”.

(Letto 50 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 50 volte, 1 oggi)