ASCOLI PICENO – Appuntamento culturale.

Domenica 10 dicembre, alle ore 17.30 alla Libreria Prosperi di Ascoli Piceno, si viaggerà con “C’era una volta in Portogallo” e “Lisbon Storie”.

Sarà presentato il libro e proiettato il film documentario di Daniele Coltrinari, Luca Onesti e Massimiliano Rossi.

C’era una Volta in Portogallo” racconta il Giro del Portogallo (Volta a Portugal), il giro ciclistico a tappe che si svolge ogni anno nel mese di agosto. È un libro sul ciclismo lusitano ma è anche molto di più: è una guida con tante informazioni e curiosità sul Portogallo meno conosciuto, ed è soprattutto la narrazione dell’avventura che i due autori hanno vissuto seguendo personalmente la competizione negli ultimi anni, attraversando le città e i luoghi dove è passato il giro mescolandosi alla vita delle persone.

“Ogni tappa è un’esplorazione, e cicloturismo (la chiamano ‘la rivoluzione dei pedali’). Il ciclismo come una buona scusa per aprire gli occhi e spalancare il cuore, per curiosare e indagare, anche per essere gli unici italiani a impadronirsi di una corsa che è bellezza, che è gioia, che è felicità”(da una recensione di Marco Pastonesi http://archivio.tuttobiciweb.it/index.php?page=news&tp=n&cod=95066)

Lisbon storie” è il primo documentario sugli italiani a Lisbona. Negli ultimi anni, mentre molti giovani portoghesi sono emigrati in cerca di lavoro, tanti nostri connazionali si sono trasferiti nella capitale lusitana; il film tenta di capire questa contraddizione attraverso le storie di alcuni italiani che hanno scelto di vivere a Lisbona, i motivi della loro scelta, le loro emozioni.

“Lasciato da parte ogni sguardo lineare, chiusi i libri che dividono periferie e centri in base al loro grado di « sviluppo », e rinunciando all’idea che gli unici luoghi vivi d’Europa siano umanamente invivibili, Lisbona si spiega forse come un rifugio « il migliore dei rifugi possibili», come dice uno degli intervistati”(da una recensione di Anastasia Barone http://ilmanifesto.it/lisbona-il-migliore-dei-rifugi-possibili/)

Daniele Coltrinari, nato a Caimpino (Roma), giornalista freelance, si divide durante l’anno tra Roma e Lisbona, ha realizzato diversi reportage su Lisbona e sul Portogallo per diverse testate giornalistiche italiane.

Luca Onesti, nato a Cosenza, si occupa di fotografia, editoria e giornalismo. Ha collaborato con diversi registi alla realizzazione e alla fotografia di film e documentari.

Daniele Coltrinari e Luca Onesti sono ideatori e curatori di “Sosteniamo Pereira”, sito web che si occupa di Lisbona e del Portogallo. https://sosteniamopereira.org/

Massimiliano Rossi, traduttore freelance e insegnante di italiano per stranieri, si divide tra Roma e Lisbona ormai dal 2007.

(Letto 97 volte, 1 oggi)
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 97 volte, 1 oggi)