ASCOLI PICENO – Secondo i dati forniti dal ministero del Lavoro ed elaborati dall’Ires Cgil Marche, nel 2016, 801 lavoratrici si sono dimesse nei primi 3 anni di età del figlio.  Ad esse si aggiungono 147 padri lavoratori per un totale di 948 dimissioni, con un aumento complessivo del 4,5% rispetto all’anno precedente.

Cresce soprattutto il numero delle madri (+5,4%) che lasciano il lavoro mentre continua inesorabile il calo delle nascite nelle Marche: nel 2016 sono nati 11.482 bambini, 422 in meno rispetto al 2015 (-3,5%).

Tra i motivi della decisione di lasciare il posto di lavoro prevalgono le difficoltà di conciliare il lavoro con le esigenze di cura dei figli: ciò vale per 459 lavoratrici e lavoratori complessivi, pari al 48% del totale (percentuale superiore a quella nazionale).

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 85 volte, 1 oggi)