ASCOLI PICENO – In controtendenza all’andamento del Made in Italy all’estero si riducono le esportazioni di pasta dall’Italia che fanno segnare un preoccupante calo in valore del 3% nel 2017.

E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti relativa ai primi nove mesi dell’anno in occasione della divulgazione dei dati Istat sul commercio estero che complessivamente registrano un +11,3% su base annua.

Si tratta degli effetti della rapida moltiplicazione di impianti di produzione all’estero, dagli Stati Uniti al Messico, dalla Francia alla Russia, dalla Grecia alla Turchia, dalla Germania alla Svezia.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 58 volte, 1 oggi)