ASCOLI PICENO – A parziale riforma della sentenza emessa il 23 febbraio scorso dal giudice delle udienze preliminari del tribunale di Ascoli Piceno Maria Teresa Gregori, la Corte d’assise d’appello di Ancona ha ridotto da 16 anni a 10 anni di reclusione la condanna a carico di Mohamed Ben Alì, un tunisino di 25 anni accusato della morte di Achille Mestichelli.

Il 53enne ascolano era deceduto il 18 febbraio del 2015 all’ospedale regionale Torrette di Ancona dov’era stato ricoverato a seguito delle gravissime lesioni riportate in una lite avuta con il tunisino qualche giorno prima, il 13 febbraio, in una cella del carcere di Marino del Tronto, dove entrambi erano detenuti.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, i giudici di secondo grado hanno escluso l’aggravante dei futili motivi, riconosciuta in primo grado nel processo celebrato con rito abbreviato.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 132 volte, 1 oggi)