ASCOLI PICENO – Dramma nella mattinata del 15 gennaio.

Un operaio di 27 anni è morto vicino a Castel di Lama, nell’Ascolano, per un incidente sul lavoro. Il giovane, dalle prime indiscrezioni, è rimasto schiacciato da un tubo per cause ancora da chiarire: stava lavorando alla realizzazione di un metanodotto.

Inutili, purtroppo, i soccorsi del 118 e il trasporto all’ospedale di Ascoli. Le Forze dell’Ordine indagano sulla vicenda.

Gianluca Caterini, originario di Gela, è il nome della vittima: stava lavorando per una ditta al posizionamento alla nuova condotta del metanodotto a Villa Sant’Antonio, alle porte dellla città di Castel di Lama.

Per cause ancora da chiarire, l’uomo è stato travolto da un palo sollevato da un mezzo meccanico che lo ha colpito causandogli lesioni gravi al torace e all’addome.

Alla ricostruzione dell’incidente stanno lavorando i carabinieri. La Procura aprirà un’inchiesta per ricostruirne la dinamica e individuare eventuali responsabilità.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.374 volte, 1 oggi)