FARINDOLA – E’ appena terminato, sul canale Nove, il documentario “Rigopiano-Voci dal gelo”: un racconto molto intenso dedicato alla vicenda dell’Hotel di Farindola, la struttura travolta il 18 gennaio 2017 da una massa di neve, tronchi e detriti.

Quel giorno l’Italia centrale era sotto la morsa del maltempo (neve e gelo) e in mattinata ci furono tre scosse di terremoto di forte intensità. Il documentario di Marco Visalberghi (produttore del pluripremiato Sacro GRA di Gianfranco Rosi) è prodotto da DocLab per Discovery Italia.

Il 20 gennaio dopo oltre 30 ore vengono trovati 6 sopravvissuti salvati da un solaio e localizzati anche grazie alle indicazioni di uno dei superstiti, Fabio Salzetta, ritornato sul luogo per aiutare la ricerca dei sopravvissuti. In tutto vengono recuperate vive 9 persone intrappolate nell’edificio, cinque adulti e quattro bambini. Si salvano in undici. Muoiono 29 persone fra cui la coppia di Castignano Marco Vagnarelli e Paola Tomassini (originaria di Montalto Marche). Commovente il racconto del soccorritore sugli ultimi messaggi rinvenuti nel cellulare di Paola, inviati alla mamma prima di morire.

Nel documentario l’attesa e il dolore dei familiari, l’eroismo dei soccorritori arrivati sugli sci perché la strada era bloccata dalla neve. A ripercorrere quei drammatici momenti, minuto per minuto, sono stati proprio coloro che l’hanno vissuta in prima persona: superstiti e soccorritori.

Filmati inediti e le registrazioni delle diverse disperate richieste di aiuto telefoniche, quando ancora nessuno credeva al crollo dell’albergo.

I superstiti e i familiari delle persone decedute chiedono giustizia e vogliono capire le responsabilità di questa tragedia che ha segnato in modo inevitabile la loro vita.

PER RIVEDERE IL DOCUMENTARIO, CLICCA QUI

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 921 volte, 1 oggi)