SPINETOLI – A distanza di appena 7 mesi dalle prove di vulnerabilità effettuate sulle scuole comunali, l’Amministrazione di Spinetoli presenta un importante piano di interventi di circa cinque milioni di euro per adeguamenti sismici e per le costruzioni di nuovi plessi. “Dopo un periodo difficile –commenta il Sindaco Alessandro Luciani – in cui abbiamo dovuto lavorare in piena emergenza per la chiusura di due edifici scolastici a seguito dei risultati negativi delle prove di vulnerabilità, posso finalmente presentare ai cittadini un nuovo piano per l’edilizia scolastica”.

Entrando nel dettaglio, il progetto, riguarderà sia Spinetoli capoluogo che Pagliare.

A Spinetoli capoluogo sarà costruita una scuola d’infanzia nuova grazie al finanziamento di circa 900 mila euro di contributi post Sisma, concesso dalla Protezione Civile. Sarà ubicata nei pressi del cimitero in un’area di proprietà comunale. Inoltre è previsto l’adeguamento sismico della scuola elementare di Spinetoli secondo le vigenti normative. Costo dell’intervento ancora da definire, finanziato direttamente con i fondi del bilancio comunale. Sempre con risorse delle casse comunali, si procederà all’adeguamento sismico della scuola materna di via Cinaglia a Pagliare con una spesa di circa 300 mila euro. L’intervento più importante è l’ampliamento della scuola “Sandro Pertini” per ospitare le classi della scuola media “Giovanni XXIII”. Si provvederà alla costruzione di una quarta ala dell’edificio (come era già previsto nel progetto iniziale) con finanziamento di 2 milioni 800 mila euro da parte della Regione Marche.

Con ulteriori 500 mila euro (fondi post-sisma) sarà riqualificata la palestra dell’edificio che attualmente ospita i ragazzi delle medie, e dunque nascerà un polo sportivo. Nel piazzale adiacente alla palestra, saranno sistemati i container del valore di 218 mila euro (sempre fondi post- sisma) che ospiteranno provvisoriamente i bambini della materna di Spinetoli capoluogo, in attesa della realizzazione del nuovo edificio scolastico. Terminati i lavori, i container poi rimarranno a disposizione del Comune anche in futuro. “Dopo le grandi difficoltà e le tante polemiche che ci sono state a inizio anno – continua il Sindaco – stiamo mantenendo gli impegni presi con gli alunni e le loro famiglie. Il lavoro svolto dall’Amministrazione che rappresento permetterà a tutti i cittadini non solo di frequentare normalmente la scuola, cosa che a settembre non era scontato, ma anche in plessi che rispondano alle stringenti e giuste norme di sicurezza”.

Nonostante Spinetoli sia fuori dal cratere è riuscita a ottenere ingenti risorse per la sicurezza di tutti gli edifici scolastici. Un risultato davvero eccellente raggiunto in tempi brevissimi. “Questo è stato possibile grazie alle tantissime risorse che la Regione e lo Stato Centrale stanno stanziando proprio nell’edilizia scolastica” affermano dall’amministrazione.

 Il gruppo di maggioranza ringrazia per questo gli Uffici tecnici che si sono adoperati a presentare i progetti preliminari, il vice presidente della Regione, Anna Casini, per il suo grande impegno e l’attenzione prestata al territorio. “Un ringraziamento particolare – conclude Luciani – va all’ISC di Spinetoli, docenti e personale Ata e a tutti i genitori per aver compreso il momento difficile, per la pazienza e per aver apprezzato il nostro impegno”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 205 volte, 1 oggi)