ASCOLI PICENO – Giornata importante per Forza Italia che nel pomeriggio si è riunita con il coordinamento regionale. Un tavolo durato quattro ore da cui doveva uscire un quadro più chiaro sulle candidature in vista del 4 marzo.

Presenti all’incontro il Vicepresidente della Camera Simone Baldelli (che dovrebbe essere candidato nel listino proporzionale proprio per Montecitorio) e il coordinatore regionale Remigio Ceroni (probabile, per lui, un posto in cima alla lista invece nel proporzionale per il Senato). Ad Ancona anche i due sindaci di Forza Italia del piceno Guido Castelli e Pasqualino Piunti (accompagnato nella spedizione dagli assessori Ruggieri e Olivieri e dalla consigliera Mariadele Girolami) i quali avrebbero appoggiato quella che si può considerare la “risoluzione” del tavolo anconetano: Forza Italia, all’interno della coalizione di centrodestra, rivendica un nome legato al territorio da candidare nel collegio uninominale (uno dei sei a livello regionale) per la Camera dei Deputati.

Ovviamente la richiesta dovrà passare adesso per il vaglio della presidenza nazionale ma è chiaro che se la “mozione” dovesse passare il partito si dovrebbe affidare al nome più forte possibile, in grado di attirare voti sul territorio. E al di là delle diverse anime che governano il partito a livello locale, gli indizi portano verso Piero Celani, che a dire il vero in tanti davano in corsa sì, ma per il Senato. A quanto pare, però, per Palazzo Madama nel collegio Sud è spuntato un nome “nuovo” legato a Fratelli d’Italia, stiamo parlando di Carlo Fidanza, sambenedettese di nascita ed ex eurodeputato eletto a Strasburgo nel 2009 fra le file del Pdl.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 910 volte, 1 oggi)