ASCOLI PICENO – “Una serie di eventi dal grande valore culturale, un lavoro educativo ideato soprattutto per le giovani generazioni per combattere la drammatica emergenza dei fenomeni di intolleranza e odio razziale”. Con queste parole Felice Cantalamessa, dell’associazione Il Portico di Padre Brown, ha aperto la conferenza di presentazione degli appuntamenti in programma ad Ascoli per la Giornata della Memoria 2018.

La ricorrenza del 27 gennaio, che rievoca il giorno della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz avvenuta nel 1945 ad opera delle truppe sovietiche dell’Armata Rossa, sarà al centro di un programma ricco di incontri: dal Tè Yiddish di giovedì 25 gennaio alla lettura pubblica del Diario di Anna Frank, dalla proiezione del film “Un sacchetto di biglie” all’intervento del prof. Bruno Maida con “La Shoah dei bambini”. Senza dimenticare la preghiera congiunta ebraico-cattolica e il monologo “Giobbe. La storia di un uomo semplice” in programma all’auditorium Neroni domenica 28 gennaio.

Obiettivo dell’associazione Il Portico di Padre Brown è quello di rendere la Giornata della Memoria un’esperienza di vita per tutti, cercando di coniugare i momenti istituzionali con quelli di preghiera e con gli incontri legati alla scoperta e alla conoscenza della cultura ebraica.

Protagonisti dei tanti eventi in programma saranno anche i ragazzi delle scuole medie e superiori cittadine: “La scuola è l’antidoto contro i comportamenti di intolleranza e razzismo” ha dichiarato Patrizia Pierantozzi, docente presso l’Iis Fermi-Sacconi-Ceci. I ragazzi dell’istituto, insieme agli studenti della scuola media D’Azeglio, saranno impegnati nella lettura pubblica del Diario di Anna Frank venerdì 26 gennaio a partire dalle 9:30 nella sala dei Savi di Palazzo dei Capitani.

A seguire ci si sposterà nella sala della Ragione per l’omaggio musicale ad Anna Frank ad opera dell’Istituto Musicale G. Spontini: “Un trio di giovani strumentiste eseguiranno brani classici con flauto, violoncello e clarinetto”, ha aggiunto la prof. Maria Puca, coordinatrice dell’istituto. Alla conferenza di presentazione hanno partecipato anche Roberto Tamburri e Alessandro Malpiedi, dell’associazione Il Portico di Padre Brown. Associazione che, ormai da otto anni nella persona del presidente Pina Traini, dedica alla celebrazione della Giornata della Memoria e al ricordo della Shoah una serie di importanti appuntamenti, istituzionali e non.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)