ASCOLI PICENO – Dopo la sconfitta dell’Ascoli Picchio contro il Cittadella nella prima giornata di ritorno del campionato 2017/2018 di Serie B, parla il leader del centrocampo bianconero Daniele Buzzegoli: “Si poteva iniziare meglio questo girone di ritorno, le situazioni in campo ci hanno tolto molte certezze; sicuramente volevamo fare una prestazione diversa, siamo stati sottotono soprattutto noi veterani, spiace non aver saputo aiutare i nuovi. Ma ne siamo consapevoli e stiamo lavorando per ripartire subito. Spiace perché era in casa, la prima di ritorno, con tutta la tifoseria a spingerci: volevamo sicuramente affrontarla in maniera diversa. La sosta può avere influito? In parte si, perdi il ritmo della settimana, ci sono stati risultati strani sia in Serie A che in Serie B, è sempre strana la prima partita dopo che ti sei fermato”.

Solo col Cittadella all’andata avevamo giocato in modo così incolore – prosegue il centrocampista toscano – a Brescia paradossalmente avevamo sofferto di più ma abbiamo vinto 1-0, coi veneti era come se la sconfitta fosse nell’aria. Noi a centrocampo dovevamo cercare soluzioni alternative, personalmente ero in difficoltà, non sono riuscito a trovare il ritmo, sono uno che deve toccare molti palloni altrimenti poi commetto errori. Sono stati anche bravi loro ad imbrigliarci, poche volte siamo riusciti a coinvolgere Martinho sulla sinistra”.

I nuovi si sono messi subito a disposizione – continua Buzzegoli –  in settimana corrono tantissimo e sabato hanno dato tutto, stiamo cercando di farli inserire al più presto. Sono giocatori che conoscono la categoria, sabato Monachello si è inventato un gran gol, le invenzioni di un singolo possono risolvere diverse situazioni. Meglio che la classifica non si sia mossa, rimane però il rammarico che se avessimo portato a casa il risultato avremmo fatto un salto in avanti. Con Cosmi è cambiato il modo di giocare, è un allenatore esperto ed una bellissima persona, ora dobbiamo pensare solo a fare risultato, non è facile in nessun campo di B, ma dobbiamo farli anche con le grandi”.

Pensiero finale alla delicata sfida di sabato prossimo con la Pro Vercelli, squadra un gradino sotto in classifica l’Ascoli e che ha cambiato nuovamente allenatore, la società piemontese ha infatti richiamato Grassadonia: “Il cambio di allenatore può essere per noi sia un vantaggio che uno svantaggio, lo dirà il campo. Noi dobbiamo cercare punti ovunque, che sia Vercelli, Novara o con l’Empoli. Non sappiamo come si schiereranno, visto il cambio panchina, noi dobbiamo essere pronti ad affrontare più moduli. Dovrà essere un partita tosta, le gambe a questo punto della stagione sono allenate, a parte i nuovi che avranno bisogno di qualche settimana per avere i novanta minuti nelle gambe, bisogna arrivare pronti con la testa. A Vercelli si giocherà sui nervi, è una partita importantissima anche per loro, prevedo poco spettacolo ma molti contenuti”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 99 volte, 1 oggi)