ROMA – A favorire il rallentamento dell’inflazione è il crollo dei prezzi al consumo delle verdure che fanno registrare una riduzione del 7,8% rispetto allo scorso anno.

E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento ai dati Istat sui prezzi al consumo a gennaio.

“Si tratta – sottolinea la Coldiretti – di una evidente dimostrazione dell’andamento dell’impatto dei cambiamenti climatici sul carrello della spesa in un mese di gennaio particolarmente caldo 2018 rispetto allo scorso anno. L’andamento dei prezzi delle verdure – sostiene la Coldiretti – favorisce i consumi in una stagione particolarmente a rischio per l’influenza che ha messo a letto fino ad ora oltre 5,5 milioni di persone. A preoccupare – conclude la Coldiretti – è la situazione nei campi dove per alcuni prodotti le quotazioni non coprono neanche i costi di coltivazione”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 39 volte, 1 oggi)