ASCOLI PICENO – Nel pomeriggio dell’8 febbraio è approdato nel capoluogo il leader della Lega Nord per la campagna elettorale in vista delle elezioni nazionali del 4 marzo.

Parliamo di Matteo Salvini giunto ad Ascoli. Il politico leghista ha tenuto un comizio in piazza Arringo. Tra le persone presenti anche il sindaco Guido Castelli.

“Io porto rispetto a chi dà rispetto” ha affermato Salvini alla gente affrontando i temi sulla sicurezza, sulla giustizia, sull’immigrazione, sul lavoro, sulla scuola e altri temi sociali fra cui pesca, agricoltura e allevamento.

“Non vengo ad Ascoli a dire di votarci perché saremo ricchi e altro. Vi dico di votarmi perché voglio un Paese normale dove si rispetta la legge. E spendo una parola per la legittima difesa e le Forze dell’Ordine” ha affermato il leader della Lega attaccando anche gli avversari politici.

Non sono mancate parole sulle vicende di Macerata, uccisione di Pamela e tentata strage da parte di Luca Traini: “Dicono che sono stato il ‘mandante’, è la sinistra che ha le mani sporche di sangue a causa dell’immigrazione fuori controllo che causa reazioni spropositate”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.753 volte, 1 oggi)