ASCOLI PICENO – Abuso dei mezzi di correzione. Questo il reato per il quale un giudice del Tribunale di Ascoli Piceno ha condannato a due mesi (pena sospesa) due maestre di una scuola dell’infanzia del territorio che dovranno risarcire in sede civile la famiglia di un bambino, che si è costituita parte civile dopo aver sporto denuncia.

A quanto riportato dall’Ansa, l’accusa della Procura di Ascoli nei confronti delle due insegnanti era di aver messo a mangiare il piccolo, dal carattere piuttosto vivace, seduto da solo in un banco con il viso rivolto contro il muro.

Le due maestre hanno sempre negato ogni responsabilità, spiegando di averlo semplicemente messo a mangiare vicino a loro per farlo stare tranquillo. I loro legali hanno sostenuto, invano, che si è trattato, eventualmente, di un “uso legittimo dello strumento di disciplina a cui un insegnante deve poter ricorrere dovendo governare una classe di 24 o 25 allievi tra i due e i cinque anni”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.290 volte, 1 oggi)