ASCOLI PICENO – Un progetto innovativo e gratuito per fornire cura e assistenza pluridisciplinare a 15 famiglie residenti nel comune di Ascoli Piceno nelle quali sia presente una persona affetta da Alzheimer in fase iniziale, moderata o avanzata.

E’ stata presentata questa mattina, 19 febbraio, l’iniziativa “Resto A Casa”, proposta dalla Cooperativa Sociale Gea e realizzata insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio, che potenzierà l’offerta sul territorio del servizio di assistenza domiciliare in favore degli anziani non autosufficienti con demenza, cercando di dimostrare i benefici della cura della patologia dell’Alzheimer all’interno del contesto familiare.

Il progetto creerà una rete di collaborazione tra pubblico e terzo settore, fornendo non solo un supporto sanitario al malato, ma anche un aiuto psicologico ai familiari. “Resto a casa” renderà più preparate le figure che si prendono cura dell’anziano e predisporrà un’equipe di professionisti (psicologo, oss, infermiere, cardiologo e altro) che prenderà in carico le 15 famiglie selezionate, studiando interventi personalizzati in base alle esigenze di ciascuno. Nel corso del progetto, che partirà nel mese di luglio, saranno organizzati due laboratori terapeutici (Yoga della risata e Pet Therapy) e cinque incontri ai quali potranno partecipare anche le famiglie del territorio non selezionate ma che vivono quotidianamente le stesse problematiche.

Per partecipare al progetto è possibile compilare l’apposita domanda disponibile sul sito www.restoacasa.cooperativagea.org oppure rivolgersi al punto di ascolto preso la sede operativa della Cooperativa in viale Vellei 16/B. Il termine di presentazione delle domande è fissato per lunedì 30 aprile.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 195 volte, 1 oggi)