ARQUATA DEL TRONTO – Il centro Italia è interessato in questi giorni dal maltempo e lo sarà anche nei prossimi giorni.

Temperature gelide e neve anche ad Arquata: “Al momento nessun problema riscontrato o segnalato nelle Sae dell’intero comune” dichiara a Piceno Oggi il vicesindaco Michele Franchi.

L’ondata di neve è prevista tra sabato 24 e domenica 25 febbraio. L’avviso prevede l’arrivo di neve abbondante, temporali e vento forte, da Nord a Sud.

Il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte, alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse.

I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento.

La Protezione Civile ha già inviato al comune di Arquata un bollettino dettagliato, dichiarando l’allerta meteo.

“Per ora, sono caduti circa 20 centimetri nei paesi con maggiore altitudine, come Spelonga e Pretare, 15 centimetri circa a Borgo, – precisa Michele Franchi –  i mezzi spargisale e spazzaneve sono passati costantemente e hanno ottemperato a impedire l’accumulo della neve. Le strade principali, nelle varie frazioni per raggiungere le aree Sae e le abitazioni agibili, sono pulite e monitorate frequentemente”,

A seguito delle difficoltà che la neve ad Arquata causò lo scorso anno, che impedì per diversi giorni la transitabilità nel territorio arquatano, l’amministrazione comunale promette di evitare che gli errori si ripetano, poichè attualmente la popolazione è quasi interamente rientrata e ha bisogno di normalità e di una gestione della neve impeccabile.

La popolazione non sembra aver riscontrato particolari disagi: “Non ci sono arrivate segnalazioni di blocco caldaie o altre difficoltà – conclude il vicesindaco arquatano – siamo comunque pronti qualora dovesse aumentare la criticità. Siamo abituati alla neve, abitando in montagna, e per ora riusciamo a gestirla. Se si dovessero presentare problemi, come amministrazione siamo disponibili ad allertare i mezzi adatti per permettere alle persone di entrare o uscire dalle Sae”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 413 volte, 1 oggi)