ASCOLI PICENO – Si apre col botto il mese di marzo 2018 che porterà i Distretto 13 ad esibirsi per ben quattro volte durante i prossimi trenta giorni e non poteva esserci avvio migliore di quello che, Venerdì 2 marzo a partire dalle 22.30, vedrà la band capitanata da Massimo Lori esibirsi al The American Pub di Ascoli Piceno, sul palco del Break Live.

“Il gruppo è in splendida forma – ci racconta Massimo Lori – ci troviamo in un periodo molto produttivo dal punto di vista artistico: stiamo lavorando molto sugli arrangiamenti dei brani e stiamo curando i dettagli dello spettacolo. Il nostro show si è sempre caratterizzato per dinamicità ed energia e queste continueranno ad essere le nostre peculiarità ma vogliamo che il concerto si impreziosisca con piccole perle musicali che stiamo creando prova dopo prova, curando in particolare modo l’armonia tra le voci maschili e femminili ed il groove”.

“Il The American Pub è un locale meraviglioso – prosegue Tony Ciarrocchi – varcare la soglia d’ingresso ti catapulta, come d’incanto, in un vero club newyorkese: le splendide luci, il palco e l’impianto audio creano un ambiente che non esiste in nessun altro locale del centro-Italia. Siamo davvero onorati di salire su un palcoscenico che ha ospitato mostri sacri della musica internazionale come Simon Phillips, Zac Harmon, Scott Henderson, Carl Palmer, Stef Burns, Adrian Belew e mille altri“.

Il The American Pub (by Break Live) oltre ad essere un locale molto gradevole da frequentare, ha l’incommensurabile merito di aver portato ad Ascoli Piceno artisti di calibro planetario che mai avremmo immaginato di poter ammirare così da vicino: possiamo affermare, senza tema di smentita, che, se una fetta della storia della musica mondiale è passata nel Piceno, dobbiamo dire “grazie” al The American Pub e al Break Live.

Venerdì sera, a partire dalle 22.30, le luci del The American Pub si accenderanno sullo show dei Distretto 13: un concerto che, come di consueto, si preannuncia denso di adrenalina ed energia, una selezione di brani pop/rock che scalderà gli animi e farà scatenare i presenti. E se qualcuno dovesse aver sete… in un pub americano non manca mai dell’ottima birra

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)