ASCOLI PICENO – Diffondere tra i bambini la cultura della riduzione dei rifiuti, del riuso e riciclo, le buone pratiche ambientali e l’importanza della raccolta differenziata. Ecco lo scopo del progetto “scuola verso rifiuti zero” realizzato dai consiglieri comunali Francesca  Pantaloni, Laura Trontini e Maria Luisa Volponi insieme all’associazione Marche a rifiuti zero, con il patrocinio del Comune di Ascoli Piceno e la collaborazione dell’assessorato alla pubblica istruzione e all’ambiente. All’iniziativa, partita giovedì 1 marzo alla scuola elementare Don Bosco e  rivolta agli studenti delle scuole elementari di quarta e quinta, hanno già aderito tante altre scuole tra cui S. Filippo, Speranza, Preziosissimo sangue e Poggio di Bretta.

“Ci siamo rivolti ai bambini – dichiara la Trontini – perché tutto parte da loro e nel momento in cui i nostri piccoli cittadini imparano poi, una volta tornati a casa, insegnano ai grandi il rispetto dell’ambiente, l’importanza di fare  la raccolta differenziata, come farla correttamente e puntualmente e questo circolo virtuoso va a beneficio del nostro ambiente e della nostra salute”.

“Riciclare sin da piccoli per vivere in un mondo più pulito da grandi – spiega la Pantaloni – questo è  lo scopo del progetto. I bambini sono soggetti attivi del processo della raccolta differenziata e del riciclo. E’ importante che tutti i soggetti coinvolti nel processo di crescita e di educazione sappiano coinvolgerli e renderli consapevoli del valore delle loro azioni per salvaguardare l’ambiente e rendere più sano e bello il mondo”.

“Ritengo che questo progetto sia di fondamentale importanza per educare le nuove generazioni al rispetto della natura – conclude la Volponi –  La raccolta differenziata è il modo migliore per conservare le risorse naturali. Spiegare come riusare, riutilizzare e valorizzare i rifiuti consente di evitare tante forme di inquinamento dannose alla nostra salute. Dobbiamo contrastare la cultura dello scarto, il prendere, l’usare e il gettare e incentivare invece un modello circolare che prevede un minor uso di risorse non rinnovabili e promuove il riutilizzo e il riciclo”.

Il progetto si svolgerà attraverso una lezione gioco in classe e una  visita agli impianti di recupero rifiuti di Relluce e Spinetoli per vedere dove finiscono i rifiuti non differenziati e quelli che invece verranno recuperati e trasformati grazie ad una corretta raccolta differenziata. I principali contenuti delle lezioni riguarderanno: La nostra Madre Terra e la sua conservazione. I cambiamenti climatici. Le risorse del pianeta. Crisi globale e locale dei rifiuti. La situazione della Provincia di Ascoli Piceno. La Strategia rifiuti zero e i 10 passi di Rossano Ercolini, autore del libro “Non bruciamo il futuro” e vincitore del Goldman Environmental Prize, il maggior riconoscimento mondiale sui temi della sostenibilità e dell’ambientalismo, definito il Nobel dell’ecologia, con l’elogio del presidente degli Stati Uniti Barack Obama alla Casa Bianca: presa di coscienza, raccolta porta a porta, i rifiuti organici e il compostaggio della frazione umida, l’indifferenziato, riparare e riutilizzare, le bollette intelligenti, le buone pratiche locali, la riduzione alla produzione, il modello del cono gelato, le discariche pubbliche. L’economia circolare come nuovo modello integrato di produzione, distribuzione e consumo. La responsabilità estesa del produttore.

Il calendario del progetto prevede  le seguenti date: lunedì 12 marzo (dalle ore 8 alle 10) lezione alla scuola ‘I. Masih’ di via Speranza. Martedì 13 marzo (dalle ore 14 alle 16) tappa all’istituto San Fillippo sito in via Kennedy. Mercoledì 14 marzo (dalle ore 15 alle 17) lezione alla scuola ‘E. Cagnucci’ di via Napoli e lunedì 9 aprile (dalle ore 10.45 alle 12.45) alla elementare di Poggio di Bretta. Spostandoci alle uscite,tutte in programma dalle ore 8.30 alle 12.30, il 15 marzo toccherà agli alunni della Don Bosco recarsi agli impianti di recupero rifiuti di Relluce e Spinetoli. Lunedì 19 marzo sarà la volta degli studenti delle scuole ‘Cagnucci’ e ‘Masih’, giovedì 22 marzo protagonisti dell’uscita saranno i bambini della scuola San Filippo e mercoledì 18 aprile gli alunni della elementare di Poggio di Bretta.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 110 volte, 1 oggi)