ASCOLI PICENO – Luigi Morganti, Maria Pia Tranquilli, Bruno Squarcia, Franco De Marco, Furio Cappelli, Enzo Marinelli, Lucio Sestili, Innocenzo Prezzavento, Nando Perilli, Carmelita Galiè: saranno questi i dieci personaggi ritratti dal vivo dall’artista Dante Fazzini al Caffè Meletti di Ascoli Piceno dal 15 al 30 marzo prossimi.

L’iniziativa “L’ora del ritratto”, realizzata dal Circolo Acli “Achille Grandi”, si svolgerà tutti i giorni, dal martedì al venerdi, con inizio alle ore 18, all’interno dello storico locale e vedrà anche un sottofondo musicale eseguito dal vivo.

L’evento, che è stato lanciato anche da un cliccatissimo spot sulla pagina Facebook del Circolo Acli Grandi, vedrà protagonisti i dieci personaggi, scelti per la loro personalità ed espressività. Prevalente, nella galleria, è uno squarcio di “ascolanità”, declinata attraverso visi, caratteri, storie diverse.

15 marzo – Luigi Morganti, docente d’arte, già regista e coreografo della Quintana, Presidente dell’Istituto Superiore di Studi Medievali “Cecco d’Ascoli”.

16 marzo – Maria Pia Tranquilli, storica fornaia di via Pretoriana, da quasi sessant’anni serve i clienti de Lu furne de Ustì.

20 marzo – Bruno Squarcia, classe 1915, per antonomasia il decano dei giornalisti ascolani, vera memoria storica degli avvenimenti cittadini del Novecento.

21 marzo – Franco De Marco, a lungo caporedattore della pagina ascolana de Il Messaggero, amante della musica e della lirica, animatore dell’Ascoli Piceno Festival.

22 marzo – Furio Cappelli, storico dell’arte ed esperto medievalista, ha affrontato con importanti pubblicazioni lo studio sistematico dell’arte romanica di Ascoli Piceno.

23 marzo – Enzo Marinelli, maestro della ceramica ascolana, scultore, artista poliedrico, titolare di uno storico laboratorio artigiano della città

27 marzo – Lucio Sestili, ristoratore e sommelier ascolano, dal 1957 gestisce il Kursaal, locale “tipico” e “storico”, teatro di eventi e degustazioni.

28 marzo – Innocenzo Prezzavento, architetto eclettico e sperimentatore, titolare negli anni sessanta del primo negozio cittadino di arredo d’interno, instancabile promotore di soluzioni urbanistiche.

29 marzo – Nando Perilli, vignettista, caricaturista, pittore di origini abruzzesi ma di casa in città, dove, negli anni sessanta, ha frequentato l’Istituto d’arte

30 marzo – Carmelita Galiè, discendente del noto tenore Antonio Galiè, cultrice del dialetto e delle tradizioni locali, effervescente animatrice del carnevale ascolano.

I ritratti verranno eseguiti utilizzando varie tecniche e chiunque potrà seguire lo svolgimento del lavoro.

Al termine del ciclo di realizzazioni, subito dopo Pasqua, tutte le opere rimarranno esposte al Caffè Meletti per una settimana.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 129 volte, 1 oggi)