ASCOLI PICENO – Dopo le consuete foto e i controlli del giovedì tutto è pronto per il primo appuntamento dell’anno, in Qatar. Ci sentiamo un po’ “Rookies inside” noi del Marinelli Snipers Team. Debuttanti in Moto2, ma con un grandissimo talento a disposizione che non possiamo sprecare: Romano Fenati ha le idee chiare e noi con lui. E allora piedi ben saldi sulle staffe, poche illusioni, testa bassa e tanto lavoro per tutti. Sarà un po’ come ricominciare.  In Moto3 un’altra scommessa. Sì è vero, l’esperienza, in questa classe, non ci manca, ma quest’anno puntiamo tutto su un pilota giovane al suo secondo anno di Mondiale. Tony Arbolino ha dimostrato, anche nel corso dei test invernali, di avere del gran potenziale ma è un blocco di pietra da scolpire. Ci è piaciuto per quello. Se lavoreremo bene raccoglieremo risultati. Magari non subito (mai dire mai), ma arriveranno.  La parola d’ordine, per questo inizio campionato, è “volare basso”. Questo non vuol dire che non daremo il massimo, tutt’altro, ma con la consapevolezza di dover lavorare sodo per arrivare.

Romano Fenati: “Siamo felici di approdare in Qatar per affrontare la nuova avventura in Moto2. Negli ultimi test precampionato ho avuto riscontri positivi, merito anche del duro allenamento invernale, riscontri che mi hanno entusiasmato e dato la carica giusta per affrontare al meglio la prima gara. Non vogliamo crearci troppe aspettative, vogliamo solo divertirci, dare il massimo e imparare qualcosa in più”.

Tony Arbolino: “Non vedevo l’ora di arrivare alla prima gara e adesso ci siamo! Questa pista mi piace perché è molto veloce e il layout si adatta bene al mio stile di guida. Mi dispiace solo che quest’anno si corra di giorno: con questo caldo non è il massimo e poi perdiamo lo spettacolo suggestivo della gara in notturna”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 214 volte, 1 oggi)