ASCOLI PICENO – A fermare l’inflazione è il crollo dei prezzi delle verdure con i vegetali freschi che fanno registrare una diminuzione del 21,4% rispetto allo scorso anno, nonostante i danni provocati nelle campagne dal maltempo con l’arrivo del freddo, del gelo e della neve con Burian.

E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi all’inflazione a febbraio sul carrello della spesa.

“A pagare il conti del maltempo sono per ora – sottolinea la Coldiretti – solo gli agricoltori con la devastante gelata siberiana che ha distrutto gli ortaggi in campo e provocato perdite consistenti nelle piante da frutto e ulivi con danni che potrebbero raggiungere i 300 milioni di euro su decine di migliaia di imprese agricole. In un momento di grande difficoltà – conclude la Coldiretti – acquistare frutta e verdura nazionale è un atto di solidarietà a favore dell’economia e dell’occupazione locale ma anche di un aiuto al proprio benessere per combattere il grande freddo con prodotti salutari”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 53 volte, 1 oggi)