ASCOLI PICENO – Con il riconoscimento ufficiale da parte del Ministero per le Politiche Agricole al Consorzio per la tutela e valorizzazione dell’oliva ascolana del Piceno Dop, si apre la nuova era dell’oliva ascolana a denominazione di origine protetta, conosciuta in tutto il mondo e potenziale valore aggiunto per il territorio e la sua economia.

Dopo un lungo e complesso percorso procedurale, dunque, arriva il momento di festeggiare l’importante traguardo del riconoscimento ministeriale che permetterà al Consorzio incaricato di tutelare un prodotto tra i più importanti a livello nazionale e di pianificare gli scenari dei prossimi mesi e anni per far crescere tutto il sistema che ruota attorno alla vera oliva ascolana.

Per questo motivo lunedì prossimo, 26 marzo, alle ore 11, si terrà nella Sala dei Savi, a Palazzo dei Capitani di Ascoli Piceno un evento-degustazione aperto alla città per celebrare il nuovo percorso di valorizzazione dell’autentica oliva ascolana.

Nell’occasione, il Consorzio per la tutela e valorizzazione dell’oliva ascolana del Piceno Dop si presenterà ufficialmente e illustrerà le proprie linee guida per valorizzare l’oliva con indiscutibili benefici per tutto il territorio.

All’incontro aperto al pubblico sono stati invitati i rappresentanti degli organi istituzionali ad ogni livello. A conclusione dell’incontro tutti i presenti potranno assaggiare le olive ascolane del Piceno Dop offerte dai produttori aderenti al Consorzio.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 196 volte, 1 oggi)