ANCONA – E’ stata prorogata al 31 maggio 2018 la scadenza del bando Psr (Programma di sviluppo rurale) che promuove l’innovazione nel settore agroalimentare e forestale attraverso il sostegno alla creazione e al funzionamento dei Gruppi operativi Pei (Partenariato europeo per la produttività e la sostenibilità dell’agricoltura attraverso l’innovazione).

Il prolungamento, rispetto al precedente termine del 29 marzo, si è reso necessario dopo l’accoglimento di alcune modifiche migliorative dell’avviso pubblico da parte della Commissione europea. Le novità riguardano la possibilità di inserire, tra le spese finanziabili, altri costi sostenuti, come quelli per la formazione del Gruppo operativo (spese notarili e legali per l’atto costitutivo e lo statuto) e alcuni investimenti.

“Attraverso il bando sosteniamo la competitività, la sostenibilità, la biodiversità e la sicurezza alimentare – afferma la vice presidente Anna Casini, assessore all’Agricoltura – Mettiamo in connessione ricerca e tecnologia con gli agricoltori, i gestori forestali, le comunità rurali e le imprese. Contenuti e strumenti trovano un punto di contatto per dispiegare innovazione a beneficio dei consumatori e dei fruitori delle risorse ambientali”.

Il bando conferma la dotazione iniziale di 14,3 milioni di euro. Destinatari sono i Gruppi operativi della Rete Pei che possono coinvolgere imprenditori agricoli e forestali, le imprese di trasformazione e commercializzazione, enti e istituti di ricerca, erogatori di servizi pubblici e privati, altri soggetti del settore agroalimentare, dei territori rurali e della società civile (comprese le organizzazioni non governative)

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 47 volte, 1 oggi)