ASCOLI PICENO – Il Movimento 5 Stelle protesta contro la proposta di legge regionale 145 che a giorni arriverà nel consiglio regionale per la sua approvazione. I pentastellati infatti, da domenica 8 aprile, saranno in piazza nelle principali città marchigiane con tanto di banchetti.

Nelle postazioni saranno distribuiti volantini e i portavoce comunali e gli attivisti daranno informazioni su questa legge 145.

“Si tratta di un disegno di legge con il quale la regione a guida Pd di fatto lascia le chiavi della gestione della sanità regionale in mano a privati che come fine ultimo hanno il lucro, incompatibile con servizi essenziali come la sanità” fanno sapere i grillini tramite un comunicato stampa. E ancora: “Sarà loro permesso l’uso di attrezzature pubbliche e ospedali pubblici finanziati con le nostra tasse, il tutto avverrà con una “sperimentazione“ che mentre nella legge nazionale dura 3 anni nella nostra regione si vuole protrarre a 5 con possibilità di proroga di un altro anno a discrezione della giunta.”

La nota dei 5 Stelle prosegue con il timore che  “il passaggio da sperimentazione a gestione avvenga senza nessuna gara di appalto, tanto più che il tutto è basato sulla discrezionalità della giunta regionale, che ha già dimostrato la tendenza a regalare i beni pubblici ai privati” attaccano i grillini. Poi la chiosa finale: “La gestione della sanità pubblica va rivista profondamente per renderla migliore, competitiva e veloce ma questo processo va attuato riformandola secondo criteri di meritocrazia, innovazione e investimenti mirati non di certo lasciando tutto in mano al privato”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)