ASCOLI PICENO – “Ripresa al rallentatore quella dell’industria manifatturiera marchigiana, che cresce ma meno della media nazionale”. Il trend è descritto nel Rapporto 2017 sull‘Industria Marchigiana del Centro Studi di Confindustria Marche in collaborazione con Ubi Banca, presentato a Jesi.

Nel 2017, la produzione industriale è cresciuta dello 0,9% rispetto al 2016, risultato meno brillante di quello nazionale (+2,2%). In difficoltà tessile abbigliamento (-1,3%), alimentare (-1,1%) e minerali non metalliferi (-0,7%), in crescita gomma e plastica (+0,7%), calzature (+1%), legno e mobile (+1,7%), meccanica (+1,8%). L’attività commerciale cresce del 2,3%.

Le vendite sul mercato interno sono aumentate del 2,2%: variazioni sopra la media per meccanica (+5,4%) e calzature (+4,5%), più contenute per gomma e plastica (+1,9%) e tessile abbigliamento (+0,6%), in calo minerali non metalliferi (-1,6%), alimentare (-0,9%) e legno e mobile (-0,8%). Cresce del 2,5% l’attività commerciale sull’estero delle imprese.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 59 volte, 1 oggi)