ASCOLI PICENO – Ascoli Picchio in partenza verso la Liguria dove domani primo maggio affronterà l’Entella nella prima di quattro sfide che decideranno il futuro dei bianconeri; l’allenatore dell’Ascoli Serse Cosmi fa il punto della situazione: “Rispetto alla partita con il Perugia Mengoni non è convocato però ritroviamo Pinto; Bianchi contiamo di riaverlo da martedì, per Martinho i tempi saranno più lunghi. Turn over? Qualcosina cambieremo ma senza stravolgere la squadra”.

“Da quando sono qui ogni partita è stata un crocevia – prosegue il mister – raccontata come fosse definitiva. Le partite sono sempre meno, non sempre però gli scontri diretti si rivelano decisivi, a tutti i livelli, partite che sembrano scontate poi non lo sono. Nelle ultime due partite siamo andati in svantaggio, una volta l’abbiamo ribaltata (con la Cremonese), con il Perugia, una squadra di valore, abbiamo pareggiato due volte: è stata una prova di coraggio, tutti avremmo voluto vincere ma era importante muovere la classifica”.

Con l’Entella siamo nella stessa identica situazione, con mister Aglietti abbiamo lo stesso obiettivo, è dunque facile la lettura della partita. Loro, a mio giudizio, si trovano inaspettatamente in questa posizione, però le annate a volte nascono in una certa maniera, come nel nostro caso, e vanno così, anche per loro avranno pesato gli infortuni; prima della sconfitta di Bari sembravano salvi ed ora sono qui, ma questo campionato è così, anche il Cesena sembrava spacciato ed ora ha sei squadre dietro”

Noi dovremo avere nervi saldi – conclude Cosmi –  saper leggere la situazione in campo, non allungarci, cosa che capita spesso in questa fase del campionato e soprattutto dare tutto a livello nervoso: adesso il fattore decisivo è proprio l’aspetto nervoso, più della condizione fisica. In inverno il turno infrasettimanale si gioca alle 20.30 ora che fa caldo alle 15; so che è per non giocare in contemporanea alla Champions League, ma la Champions non si gioca tutte le settimane, sarebbe stato più logico giocare alle 20.30”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.