CASTORANO – È ufficiale, a Castorano una sede della Scuderia Ferrari club. “Portiamo un po’ di rumore sulle strade di Castorano”, ha commentato il presidente del club Ivan Ameli, e mai rumore, da intendersi come il più famoso rombo del motore italiano per eccellenza, sarebbe stato accolto così positivamente dagli abitanti, intervenuti numerosi, nella mattinata del 5 maggio, all’incontro di presentazione.

Per iscriversi al club la condizione è una sola: essere tifosi della Ferrari. Non serve possederne una. Tanti sono stati i curiosi che hanno scattato le foto ai 5 bolidi parcheggiati sotto il Comune, da dove sventolava la bandiera della scuderia, accanto a quella italiana e a quella europea.

“Questo riconoscimento in un comune di  2500 anime è di straordinaria importanza – ha commentato il Sindaco Daniel Claudio Ficcadenti –  Credo che tutti gli abitanti, dai più giovani ai meno giovani, possano solo sentirsi orgogliosi. La sede del club, attualmente in allestimento, sarà al centro storico, in Piazza Umberto I,  per dare un segnale di crescita alla nostra comunità”.

La sala sarà a disposizione dei tesserati per vedere i mondiali di Formula1 e per incontrarsi. Saranno coinvolti i ragazzi di tutti i Comuni della Vallata del Tronto e il marchio Scuderia Ferrari club Castorano sarà usato a ogni evento sportivo. La tessera ordinaria annuale ha un costo di  50 euro, ma in caso se ne facciano di più con un familiare, questa costerà 20 euro (Tessera family), mentre in caso di ragazzi sotto a 15 anni, 15 euro (Tessera junior). Inoltre tutti gli iscritti saranno omaggiati da un welcome kit, con gadget firmati Ferrari.

Tutti i soci potranno seguire e aiutare a organizzare gli eventi portati avanti dal club di Castorano e avranno diritto a uno sconto a tutte le gare di Formula1, potranno partecipare al Ferrari Day, visitare la scuderia di Maranello e potranno usufruire di uno sconto del 10% sugli acquisti al Ferrari Store.

“Aver legato il nostro piccolo paese alla Ferrari è motivo di vanto – continua il castoranese Ameli – ma è anche un riconoscimento a Enzo Ferrari. Il mito della Ferrari rappresenta l’Italia nel mondo  tramite il successo, la bellezza, il genio e la sregolatezza. Chi si iscriverà al club farà parte della grande famiglia e dovrà mostrare uno spirito costruttivo”.

All’incontro hanno partecipato anche il presidente dell’Aci (Automobile Club Italia), Elio Galanti, che ha espresso la sua soddisfazione auspicando una collaborazione tra i due club e il pilota aquilano Tommaso Colella.

Assente per un impegno a Roma, il presidente dell’Unione dei Comuni della Vallata, Valerio Lucciarini che non ha fatto mancare il suo saluto e la promessa a visitare presto la sede del club.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 805 volte, 1 oggi)