FERMO – “E’ stata disposta la chiusura di tutto l’edificio del Triennio del Montani per poter portare avanti i controlli e la messa in sicurezza: non vi accederanno né allievi né personale docente e scolastico e le attività didattiche verranno spostate nelle altre sedi dell’Istituto Tecnico Industriale”.

Lo ha detto la presidente della Provincia di Fermo, Moira Canigola, dopo il comitato tecnico per la sicurezza in Prefettura dedicato al crollo di una parte del tetto dell’istituito, caduto su un’aula nella mattinata del 14 maggio.

“L’incidente è stato terribile, ma per fortuna non ha provocato feriti – ha aggiunto -. Una capriata del tetto è crollata per il cedimento di una trave che ha trascinato con sé le varie sovrastrutture; bisognerà capirà cosa ha provocato il cedimento netto. Non ci sono stati segni di preavviso e dovremo continuare ad indagare. Il controsoffitto è di camorcanna, non ci sono stati segnali e peraltro la struttura era stata sottoposta a numerosi controlli e sopralluoghi da parte della Provincia e del Dicomac dopo le scosse di terremoto di fine ottobre 2016. Per ora continueranno i controlli del soffitto e “solo se le strutture saranno dichiarate agibili rientreranno i ragazzi”.

“Dal sopralluogo effettuato non sono state evidenziate macchie o presenza di umidità – ha sottolineato il tecnico della Provincia Ivano Pignoloni tecnico della Provincia – e sembrerebbero secondarie eventuali concause come il sisma o l’acqua meteorica”.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 252 volte, 1 oggi)