ASCOLI PICENO – Il tema della sicurezza nelle scuole superiori del territorio è stato al centro di un incontro che si è svolto stamane, 6 giugno, nella Sala del Consiglio Provinciale. All’iniziativa hanno preso parte il Prefetto di Ascoli Piceno Rita Stentella, Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo che ha organizzato questo momento di pubblico confronto, il Dirigente dell’Ufficio Scolastico provinciale Luca Pasqualini, l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Ascoli Massimiliano Brugni e il dirigente della Funzione Edilizia e Gestione del Patrimonio della Regione Marche Stefano Stefoni. Ha moderato i lavori il rappresentante degli studenti del Consiglio d’Istituto del Liceo Classico Stabili Trebbiani Niccolò Capoferri a sottolineare la partecipazione e la sensibilità dei ragazzi a questo tema così importante e sentito.

Erano presenti all’evento il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Paolo Mariantoni, un rappresentante del Reggimento Piceno, sindaci e amministratori, dirigenti scolastici di numerose scuole del territorio, presidenti dei Consigli d’Istituto, componenti della Consulta degli Studenti, rappresentanti del comitato scuole sicure di Ascoli Piceno, responsabili delle organizzazioni sindacali ed una folta rappresentanza degli studenti del Liceo Classico “Stabili – Trebbiani” accompagnati dal dirigente scolastico Arturo Verna.

“Gestiamo 21 edifici scolastici per circa 150.000 mq di superficie con quasi 11 mila studenti – ha evidenziato il Presidente D’Erasmo – coinvolgendo nella trasparenza e partecipazione tutti i protagonisti del mondo della scuola per affrontare e vincere insieme le sfide della sicurezza a partire dalla difficile fase post terremoto. Quest’anno – ha puntualizzato il Presidente – otterremmo il certificato di prevenzione antincendi anche per l’Ipsia Guastaferro di San Benedetto conseguendo così il traguardo, vantato da poche Province in Italia, di avere tutte le scuole del territorio in possesso di questa fondamentale attestazione di sicurezza”.

I tecnici del Servizio Edilizia Scolastica della Provincia hanno fatto poi il punto sulla situazione. Subito dopo il sisma la Provincia ha eseguito interventi di ripristino di somma urgenza per 700 mila euro riparando i danni e proseguito con risorse proprie per 230 mila euro un’attenta verifica della vulnerabilità sismica già avviata prima del terremoto. Grazie al monitoraggio sono state individuate alcune situazioni su cui rafforzare la sicurezza ottenendo dal Miur 2 milioni e 800 mila euro per il miglioramento sismico e la manutenzione straordinaria di quattro istituti del territorio.

Attualmente con tali fondi sono in corso le gare di appalto dei lavori all’Alberghiero Buscemi di San Benedetto e, a breve, partiranno quelle del Liceo Classico di Ascoli. Nella pausa estiva saranno aperti i cantieri con attività che purtroppo si protrarranno anche dopo l’inizio dell’anno scolastico. Ad Ottobre si svolgeranno anche le gare dei lavori per l’Ipsia di San Benedetto e il Fazzini di Grottammare. Inoltre, con l’ordinanza n. 56 per la ricostruzione post sisma alle scuole del Piceno sono stati assegnati oltre 20 milioni di euro di finanziamenti per l’adeguamento e il miglioramento sismico.

Infine è stato illustrato il progetto del nuovo liceo Psico-Pedagogico “E. Trebbiani”, sede che sostituirà quella dichiarata inagibile dopo il sisma dell’pttobre 2016. La nuova scuola sorgerà con un investimento di 6 milioni e 800 mila euro in via Marche, in zona di Pennile di Sotto e verrà realizzata con i più innovativi standard di sicurezza e funzionalità e sistemi per diminuire i consumi energetici. L’edificio sarà in grado di contenere almeno 20 classi oltre a laboratori, una biblioteca ed una aula magna e potrà ospitare complessivamente 500 studenti. Avrà anche una palestra di circa 700mq che potrà contenere un campo da pallacanestro regolamentare. La struttura sarà inoltre dotata di cablaggio digitale e ci saranno spazi verdi e di aggregazione.

Il bando di gara per l’esecuzione dei lavori sarà pronto per settembre ed è previsto l’inizio dei lavori a fine anno dato che è già stato ottenuto il parere preventivo favorevole da parte dei Vigili del Fuoco e la pratica di concessione edilizia è stata presentata in Comune.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 33 volte, 1 oggi)