FERMO – “La strada da seguire è quella dell’alternanza scuola-lavoro”. Se ne è parlato nei giorni scorsi nel corso dell’evento organizzato nella sede della Camera di Commercio di Fermo con la Regione Marche, Confindustria Fermo e l’Ipsia O.Ricci.

Imprenditori, rappresentanti delle associazione di categoria e delle organizzazioni sindacali e delle Istituzioni hanno avuto infatti l’occasione per fare il punto sui fabbisogni formativi del territorio, le attività realizzate nell’ultimo periodo e le iniziative previste a favore delle imprese, dei lavoratori e dei disoccupati. “Non si tratta di un semplice incontro – ha detto l’ assessore regionale alla Formazione Professionale, all’Istruzione e al Lavoro Loretta Bravi – ma di un tavolo di lavoro per incontrare le aziende e capire i bisogni professionali che emergono dal territorio. La sfida è quella di uscire dai canoni della scuola tradizionale, per avvicinarsi sempre di più al mondo del lavoro grazie ad una formazione ad hoc e per realizzare una didattica in grado di usare tutti i nuovi strumenti tecnologici coniugandoli con un capitale umano in grado di gestirli. Come Regione Marche stiamo lavorando sia per favorire il sistema duale che gli Istituti tecnici superiori che possono diventare volano del loro territorio. Fondamentali in questo contesto – continua l’assessore Bravi – sono gli interlocutori: gli insegnanti certamente, ma anche gli imprenditori che esprimendo le loro esigenze costituiscono un ottimo aggancio per l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro”.

Oltre all’assessore sono intervenuti: la Dirigente PF Istruzione e Diritto allo Studio Graziella Gattafoni; il presidente della Camera di Commercio di Fermo Graziano Di Battista ; il segretario generale f.f. della Camera di Commercio di Fermo Domenico Tidei; il presidente di Confindustria Fermo Giampietro Melchiorri; il direttore di Confindustria Centro Adriatico Giuseppe Tosi, la dirigente scolastica dell’Ipsia Stefania Scatasta e il consigliere regionale e il consigliere regionale Francesco Giacinti.

Al termine dell’incontro sono stati consegnati gli attestati ai corsisti che hanno frequentato i percorsi formativi di qualifica:

cappellaio;

operaio generico calzaturiero;


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 64 volte, 1 oggi)