MILANO – Si è tenuta in mattinata l’assemblea di Lega B in via Rosellini a Milano. Presenti le 22 società. In apertura si è affrontato il punto relativo ai diritti televisivi con il pacchetto ‘Dirette a pagamento’ per il triennio 2018-2021, analizzando l’offerta arrivata da Perform group (piattaforma OTT) e valutata positivamente dall’Assemblea sul presupposto di un minimo garantito cui aggiungere una revenue all’ottenimento di determinati risultati.

Nel frattempo in mattinata si sono svolte le trattative private con gli operatori interessati all’anticipo di campionato in chiaro: ‘L’obiettivo – ha detto poi il presidente della Lega B Mauro Balata – è ottenere un +25%-30% rispetto all’ultimo triennio’.

Approvato il contributo solidaristico nella misura del 20% del paracadute a carico delle retrocesse dalla Serie A, da distribuire alle società della Lega che non beneficiano di tale versamento. Con 19 voti a favore e tre contrari si è quindi deciso di applicare una norma voluta per una maggiore attuazione del principio di equilibrio competitivo del campionato.

L’occasione per il presidente Balata di ribadire la necessità di una revisione della Legge Melandri: ‘E’ giunto il momento per imporre con forza il tema. La Serie B sta investendo molto sui vivai, sui giovani e sui calciatori italiani, incidendo fortemente sul tessuto sociale dei territori, ma c’è bisogno di un riconoscimento di
questo impegno attraverso un maggior contributo da parte delle istituzioni. Abbiamo fatto uno studio comparativo con le altre seconde divisioni europee e la mutualità per la B italiana vale meno della metà di quella spagnola e meno di un terzo di quella francese e tedesca’.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 122 volte, 1 oggi)