FORCA DI PRESTA – “Ci sono giornate e concerti che per la motivazione che le ha create, per l’umanità presente, per il luogo e l’energia che si sono creati resteranno stampate nella mia memoria per sempre”.

Così Piero Pelù il giorno dopo del concerto gratuito a Forca di Presta, il primo luglio, tappa iniziale di “RisorgiMarche” edizione 2018, il Festival ideato da Neri Marcorè per rilanciare le zone montane marchigiane dopo gli eventi sismici del 2016.

“Finalmente con I Bandidos ho/abbiamo potuto dare il nostro minuscolo contributo alla ricostruzione nelle zone terremotate del Centro Italia: ricostruzione solamente fisica perché la grande umanità, l’unione e la voglia di riscatto non sono mai venute meno tra quelle meravigliose genti – afferma il cantante sui Social Network – Terremoto e politiche opportuniste hanno fatto grande scempio di un territorio magico ma la gente unita risorge sempre”.

Il video diramato da Piero Pelù su Facebook

Piero Pelù e I Bandidos @ Forca di Presta "RisorgiMarche

“Ci sono giornate e concerti che per la motivazione che le ha create, per l’umanità presente, per il luogo e l’energia che si sono creati resteranno stampate nella mia memoria per sempre. Finalmente con I Bandidos ho/abbiamo potuto dare il nostro minuscolo contributo alla RICOSTRUZIONE nelle zone terremotate del Centro Italia; ricostruzione solamente fisica perché la grande umanità, l’unione e la voglia di riscatto non sono mai venute meno tra quelle meravigliose Genti. Terremoto e politiche opportuniste hanno fatto grande scempio di un territorio magico ma la Gente unita risorge sempre”#risorgimarche

Posted by Piero Pelù on Monday, 2 July 2018


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.