MONTE FAETO – Non si ferma il Festival ideato da Neri Marcorè per rivitalizzare le zone montane marchigiane dopo gli eventi sismici del 2016.

Il 15 luglio, dalle 16.30 e in maniera gratuita, ci sarà il concerto di Clementino, noto rapper italiano, a Monte Faeto, nel territorio di Serravalle di Chienti nel Maceratese.

“Raccomandiamo di leggere con calma ogni singolo passaggio e, soprattutto, di partire presto al mattino” affermano gli organizzatori.

AUTO E MOTO

Sono state predisposte due aree parcheggio. Non sono previste prenotazioni on line di pass per auto e moto.

AUTOBUS

È prevista un’area parcheggio per autobus accreditati dopo aver fatto richiesta all’indirizzo autobus@risorgimarche.it.

BICI

Nessun tipo di restrizione numerica per l’accesso diretto con le biciclette.

PERCORSO A PIEDI

Il percorso a piedi si affronterà dal varco previsto nella zona artigianale Casali, poco lontano dal centro urbano di Serravalle di Chienti, accanto ad una vasta area per l’occasione attrezzata a parcheggio. Il cammino sarà relativamente breve e avventuroso, lungo una strada sterrata, che in un breve tratto muta in sentiero nel bosco e termina lungo una costa a prato, il tutto segnalato e ben assistito in tutta la sua lunghezza. Un cammino lungo 3 chilometri e con un dislivello di 330 metri, che vede il suo tratto più ripido nella parte terminale che conclude il cammino sui prati sotto al Monte Faeto e accanto al piano della Minutella, con tempi di percorrenza di circa 1,45 ore.

DISABILI

La segnalazione di idoneità degli spazi avverrà sulla base dei sopralluoghi che verranno effettuati dalle autorità competenti, di concerto con la produzione. Per questo concerto le persone con disabilità motorie potranno raggiungere con i propri automezzi le immediate vicinanze del luogo di spettacolo, dopo aver acquisito le informazioni e il pass necessario attraverso la mail disabili.risorgimarche2018@gmail.com. Sarà predisposta una speciale area di parcheggio. Il pass è obbligatorio per gestire al meglio le varie e complesse questioni legate alla sicurezza e all’assistenza sanitaria, anche a causa delle inconsuete modalità di fruizione degli eventi di RisorgiMarche.  L’ultimo tratto da percorrere, pochi metri, è su prato o terreno sconnesso, per cui è necessario essere attrezzati o accompagnati.

Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 445 volte, 1 oggi)