ACQUASANTA TERME – “Oggi non rilanciamo solo una struttura termale, ma rilanciamo un territorio, con il ritorno di servizi che portano linfa all’economia locale”. È quanto ha affermato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, intervenuto, nel pomeriggio del 19 luglio, ad Acquasanta Terme, all’inaugurazione della struttura termale, recuperata e riaperta il 18 dopo il sisma, con un investimento da 1,8 milioni di euro.

“È un bene recuperato che rafforza tutto il sistema. Ad Acquasanta viene restituito un bene identitario su cui si fonda l’economia del comprensorio”. Il segnale che viene lanciato, secondo il presidente, “è che anche altri possono fare come qui. Vanno messe da parte preoccupazioni e sfiducia, perché grazie all’impegno quotidiano dei sindaci, vogliamo che altre occasioni di rinascita, come questa, si moltiplichino. Dobbiamo fare un salto di qualità e l’impegno della Regione è quello di essere vicina alle comunità, per non lasciarne sola nessuna”.

Oggi, ha concluso Ceriscioli, presente ad Acquasanta con la vicepresidente Anna Casini, “vogliamo dare questo grande messaggio di rinascita e di speranza: siamo qui per segnare, tutti assieme, un passo in avanti importante, per la comunità di Acquasanta che torna a vivere, per tutte le altre che lo faranno con la stessa determinazione”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.