ASCOLI PICENO – Incastonata fra il Parco Nazionale dei Monti Sibillini e la Riserva Naturale Montagna di Torricchio e vicino al confine Umbro, troviamo il Pian della Cuna di Fematre, in un’area isolata dal paesaggio particolarmente ricco di fiori e fauna, tra i Comuni di Visso e Monte Cavallo.

Fematre è una delle dodici frazioni del Comune di Visso, posta a circa 930 metri di altitudine tra il Monte Fema e il Monte Civitella, in un paesaggio rimasto intatto nel tempo, fatto di campi coltivati ma anche di storia, in quanto ebbe grande importanza grazie alla sua collocazione, tanto da divenire fulcro religioso ma anche civile nei confronti delle comunità agricole.

E mercoledì primo agosto in questo luogo magico “RisorgiMarche”, il festival ideato da Neri Marcorè per rilanciare le zone montane marchigiane dopo gli eventi sismici del 2016, ospiterà il grande Toquinho. Appuntamento dalle 16.30, ingresso gratuito. Penultimo atto dell’edizione 2018. A seguire il consueto DopoFestival.

Ecco le informazioni utili per raggiungere il “palco verde”.

AUTO / MOTO / CAMPER

È stata predisposta un’area parcheggio (circa 1.400 posti). Non sono previste prenotazioni on line di pass per auto / moto / camper.

AUTOBUS

È prevista un’area parcheggio per autobus accreditati dopo aver fatto richiesta all’indirizzo autobus@risorgimarche.it.

BICI

Nessun tipo di restrizione numerica per l’accesso diretto con le biciclette.

PERCORSO A PIEDI

L’area parcheggi sarà raggiungibile dalla Valnerina, subito dopo Fematre, e potrà ospitare circa 1.400 posti auto. All’imbocco dei parcheggi è ben visibile una carrareccia usata dai mezzi agricoli che passa fra i campi suddivisi da antichi recinti in pietra a secco, dove verrà posto il varco dal quale il pubblico dovrà proseguire a piedi o in bicicletta. Il percorso sarà quasi interamente libero dal passaggio dei mezzi di soccorso e servizio, se non su un breve tratto condiviso a circa 800 metri dalla partenza. Poi il cammino prosegue sulla destra su un evidente tratturo tra i prati che fa alzare gradualmente di quota. Poco dopo si svolta verso sinistra lasciando la traccia più evidente, per continuare su una prateria ricca di cardi. Per tale ragione si consiglia vivamente di evitare pantaloni corti e qualsiasi calzatura che non sia chiusa e da trekking. Si continua il cammino fra i campi recintati da filo spinato dove è comunque possibile passare fra i varchi seguendo le indicazioni, fino a giungere all’area del concerto superata una selletta. Lungo il percorso non vi sono punti di rifornimento acqua: il cammino non è impegnativo nei suoi 2,8 chilometri totali, e affronterà un dislivello di 230 metri con un tempo di percorrenza di circa 50 minuti. Sul luogo del concerto sarà disponibile una cisterna di acqua potabile ed i punti di ristoro a cura dei Comuni di Visso e Monte Cavallo.

DISABILI

La segnalazione di idoneità degli spazi avverrà sulla base dei sopralluoghi che verranno effettuati dalle autorità competenti, di concerto con la produzione. Per questi concerti le persone con disabilità motorie potranno raggiungere con i propri automezzi le aree di parcheggio predisposte, dopo aver acquisito le informazioni e il pass necessari attraverso la mail di seguito indicata (disabili.risorgimarche2018@gmail.com), entro le ore 12 del giorno precedente al concerto. Il pass è obbligatorio per gestire al meglio le varie e complesse questioni legate alla sicurezza e all’assistenza sanitaria anche a causa delle inconsuete modalità di fruizione degli eventi di RisorgiMarche. L’ultimo tratto da percorrere, pochi metri, è su prato o terreno sconnesso per cui è necessario essere attrezzati o accompagnati.

Controllate la sezione concerti del sito www.risorgimarche.it e i social di RisorgiMarche per aggiornamenti.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)