ASCOLI PICENO – Martedì primo agosto il Presidente Giacinto Alati ha firmato insieme con Daniele Piatti, Presidente del Tennacola spa e Fabio Marchetti presidente di Astea spa e di Centro Marche Acque S.r.l. il contratto di rete che sancisce “l’Unione Idrica Marche”.

L’evento tenutosi nella sede CIIP spa di Fermo ha visto la partecipazione dei Sindaci di Fermo, Monterubbiano, Montefortino e Porto San Giorgio, quest’ultimo in doppia veste, di Sindaco e di Vice Presidente dell’AATO 5 Marche Sud.

Presenti anche il Vice Presidente della Provincia di Fermo, Stefano Pompozzi e i Sindaci di Osimo e Porto Sant’Elpidio.

Non sono mancati i rappresentanti del mondo imprenditoriale, i rappresentanti del CdA e parte del personale dell’Azienda Picena e Fermana.

L’adesione della CIIP al contratto di rete sigilla un percorso fortemente voluto dai Sindaci della nostra società che lo hanno incluso nel mandato conferito a questo Consiglio di Amministrazione.

Con la sottoscrizione del Contratto di Rete la Società apre una nuova fase di collaborazione tra vari gestori del nostro territorio iniziata a dicembre 2014 con il convegno tenutosi presso la CIIP spa avente a tema “La centralità dei Comuni per il governo ottimale dei Servizi Pubblici Locali”.

Lo scopo di tale contratto di rete è, infatti, proprio quello di creare sinergie tra le nostre Aziende nella gestione del Servizio Idrico Integrato, senza modificarne gli assetti societari, salvaguardando la centralità dei Comuni e quindi del controllo pubblico locale del territorio gestito. In questo modo le aziende saranno in grado di fronteggiare con maggiore efficacia i cambiamenti di un settore come quello idrico che necessita di una gestione industriale capace cioè di offrire servizi efficaci ottimizzandone i costi e realizzando gli investimenti necessari all’ammodernamento delle reti e degli impianti.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.