ASCOLI PICENO – Troppo poco questo Ascoli ancora sulle gambe che gioca a ritmi blandi senza essere mai pericoloso in avanti, poche occasioni e qualche tiro in porta velleitario. Difesa lenta che commette troppi errori e subisce la velocità degli avversari sopratutto di Zerbin e la potenza fisica di Ngissah. Mengoni sembra disorientato. Il pubblico al termine dalla Curva Sud urla: “Onorate questi colori”. 

Mister Vivarini: “Esordio inaspettato perchè abbiamo fatto due settimane di lavoro e avevamo lavorato su concetti totalmente diversi e mi aspettavo tutt’altro, uno shock ma dobbiamo prendere il positivo, ci farà ragionare meglio sul proseguio del lavoro. Non ci sono scusanti, abbiamo bisogno di partite come queste per capire il nostro valore. Siamo tanti, 31 giocatori, un problema il mercato chiude il 17 dobbiamo essere competitivi, l’Ascoli ha un pubblico eccezionale e dobbiamo prendere giocatori che servono al caso.”

Una difesa ferma, troppo statica non solo sui gol: “Non possiamo parlare di reparti non avevano un lavoro di prevenzione di squadra, oltre gli errori individuali che non prendo in considerazione ma il reparto lo analizziamo quando la squadra ha un equlibrio in campo.”

Mancata anche la personalità: “Una sorpresa per me tutte le indicazioni erano positive, avevamo lavorato bene ma siamo entrati con il terrore non abbiamo giocato una palla e abbiamo fatto tutto il contrario di quello che avevamo provato. Una cosa normale tutti giocatori abituati a fare altri tipi di gioco ma mi dispiace troppo per il risultato. Oggi nel fare la formazione mi sono basato sugli allenamenti, ci aiuta a crescere. I moduli li cambio in base alle caratteristiche dei giocatori vediamo quando sarà completata al rosa. A me piacciono gli atteggiamenti di squadra giusti, dobbiamo imporre il nostro gioco.”

I subentrati si sono comportati bene meglio dei titolari, hanno dato vivacità al gioco:“Si sono entrati con spirito battagliero con l’esuberanza che ci vuole, ragazzi senza troppi pensieri che sono entrati col piglio giusto, sia Baldini che Tassi e Parlati.”

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.